Bologna ricorda i Caduti e le forze armate

Anche la città di Bologna, come tutte le città italiane, ricorderà i defunti delle guerre e le forze armate nelle giornate del 2 e 4 novembre. Ecco il programma degli eventi e delle commemorazioni. Venerdì 2 novembre alle ore 9 nella Basilica di S Petronio il vice presidente Giacomo Venturi rappresenterà la Provincia alle celebrazioni per il suffragio di tutti i Caduti in pace e in guerra che proseguirà  alle 10,15 in Piazza Nettuno con la deposizione delle corone al sacrario e alle 11 nella Cripta del Cimitero della Certosa – Lapidario dei caduti bolognesi della II Guerra mondiale.

Sabato 3 novembre alle ore 10 Stefano Caliandro sarà in Piazza Maggiore per le “Celebrazioni del Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate”.
Domenica  4 novembre, 94° anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale e Giornata dell’unità nazionale e delle Forze armate, la presidente della Provincia, Beatrice Draghetti, accompagnata dal Gonfalone, rappresenterà la Provincia di Bologna alle iniziative commemorative.

A partire dalle ore 9,15, in Piazza Maggiore, si svolgerà la cerimonia militare, con schieramento dei reparti in armi, delle associazioni combattentistiche, dei Gonfaloni e della Bandiera di guerra. Sarà presente anche Stefano Caliandro, presidente del Consiglio provinciale, che parteciperà alle cerimonie di commemorazione che proseguiranno alle 11.30 al giardino J. Klemlen di via Azzo Gardino con la deposizione di fiori al cippo della Palazzina del Comando, in occasione del 68° Anniversario della Battaglia di Porta Lame  e alle 12.30 in Piazza  7 Novembre 1944.

Bologna vuol così trasformare la memoria dei caduti delle guerre in un messaggio alle nuove generazioni: mai più la guerra; come ebbe a dire il beato Giovanni Paolo II in un suo celebre discorso. Ricordare dunque non è solo un dovere, ma un insegnamento da impartire alle generazioni future.

Tour consigliati