Noi che in questo blog ci occupiamo di turismo e di cose belle del nostro Paese da salvaguardare e promuovere, non possiamo rimanere indifferenti di fronte alla catastrofe naturale del terremoto che ha colpito l’Emilia. I comuni che, tra le province di Bologna, Modena e Ferrara, hanno riportato i maggiori danni sono Sant’Agostino, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Crevalcore. In quasi tutte le località colpite dal sisma si sono registrate in queste ore situazioni di crolli e lesioni gravi a chiese, torri e campanili. Centinaia d’anni di storia ridotti in macerie.

Non si può non ricordare, ripercorrendo la storia dei Comuni italiani, che proprio in queste terre è nata l’autonomia comunale sin dai tempi del medioevo. Tracce di quelle vicende sono state custodite per secoli proprio in quegli edifici oggi gravemente compromessi. Si spera che chi di dovere agisca subito per il ripristino e la messa in sicurezza di tutte le situazioni a rischio.

Ma soprattutto l’augurio di tutti coloro che amano l’arte e la cultura italiana come noi è quello di far rivivere i fasti e gli splendori di un tempo, che nessun terremoto può cancellare dalla memoria e dalla storia di un popolo.

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.