Da qualche giorno è cominciato il Carnevale. Ebbene sì. Dal 17 gennaio, giorno in cui la Chiesa ricorda S.Antonio Abate, è ufficialmente iniziato il periodo in cui la carne-vale. I festeggiamenti conclusivi si svolgeranno il giovedì e il martedì grasso, che quest’anno cadranno il 16 e il 21 febbraio. Come si sa il Carnevale è periodo di scherzi, travestimenti, cibo e dolci di ogni tipo.
Una delle feste invernali più attese è dunque il Carnevale, quando tutto o quasi è permesso e ognuno può lasciarsi alle spalle regole e consuetudini.

In tutte le regioni d’Italia questa ricorrenza è celebrata con feste, sfilate e manifestazioni, e in alcune città – come Venezia, Ivrea e Viareggio – i festeggiamenti sono tanto originali da richiamare turisti da ogni parte del mondo. Per i più piccoli, però, il Carnevale è sinonimo di coriandoli, stelle filanti, maschere colorate e soprattutto dolci: la nostra tradizione infatti è ricca di ricette, tramandate nei secoli, di dolci semplici e succulenti come le frittelle, le chiacchiere o i torteli!. Ma se è vero che l’eccesso è una “regola” di questa festa, quando si parla di dolciumi dobbiamo avere qualche cautela per i nostri bambini, e fare attenzione alla quantità di zucchero e di grassi contenuta in questi cibi. In media infatti i dolci fritti contengono il doppio delle calorie e non soddisfano la fame al pari degli altri alimenti, spingendoci a mangiare di più. Una buona “strategia” per rendere il Carnevale più leggero per grandi e piccoli, allora, è quella di evitare il più possibile i fritti e cucinare i nostri dolci al forno. Cotte in questo modo, ad esempio, le tipiche chiacchiere sono più povere di grassi saturi ma conservano il loro squisito sapore. Insomma, ne guadagnerà non soltanto il gusto ma anche la salute, soprattutto dei più piccoli.
Se è vero che il Carnevale precede il periodo di astinenza della Quaresima (e infatti il nome deriva dal latino carnem levare, cioè “eliminare la carne”), questo non significa che dobbiamo rinunciare al piacere di gustare i dolci tipici di questa festa. Anzi, è un’ottima occasione per divertirsi insieme ai nostri bambini, preparando sfiziosi manicaretti con ingredienti naturali e di stagione.
Il Carnevale è sì una festa “di piazza”, ma può diventare una festa di famiglia, basta solo un piccolo gesto: condividere la gioia con i propri cari.

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.