dionisioLa vigna di Dioniso: vite, vino e culti in Magna Grecia. E’ questo il titolo di una mostra allestita al Museo Nazionale Archeologico di Taranto e inaugurata durante la recente settimana della cultura voluta dal Ministero dei Beni Culturali.
La mostra si incentra sulla figura di Dionisio (Bacco), dio del vino e dell’ebrezza, protagonista di straordinarie raffigurazioni su ceramiche, terrecotte e monete.

Il famoso cratere del “Pittore della nascita di Dioniso” introduce il percorso volto ad illustrare aspetti legati alla coltivazione della vite, alla produzione del vino e alla sua commercializzazione.

Significativi riferimenti riguardano le feste religiose, come le Dionisie, documentate anche a Taranto, che culminavano con gare di rappresentazioni teatrali.

Il ricco complesso di vasi attici figurati dalla Tomba degli atleti di Taranto consente di affrontare il tema del simposio, pratica sociale aristocratica diffusa nel mondo greco che, trasferita in ambito funerario, diviene un modello culturale acquisito anche dalle comunità non greche, come comprovano i corredi in mostra dalla Messapia e dalla Peucezia .

Il cratere del “Pittore delle Carnee” da Ceglie del Campo chiude l’esposizione con la raffigurazione di uno straordinario Dioniso che assiste alla danza estatica di una menade.

La mostra chiuderà i battenti il 18 luglio 2010.

Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto si trova in Via Cavour, 10 Per informazioni relative ad orari, giorni di chiusura e quant’altro si può visitare il sito www.museotaranto.org

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.