Luci di Pasqua a Manarola

ManarolaDa mercoledì 31 marzo 2010, lo spettacolo di luci che ha reso famosa la Collina delle Tre Croci celebra la Settimana Santa: l’instancabile Mario Andreoli “racconta” a suo modo l’ultima cena, la Via Crucis e la crocifissione di Cristo in un’opera che unisce al valore religioso un forte messaggio ecologico.

Non più di due mesi fa si sono spente le luci del più grande presepe luminoso del mondo e già Mario Andreoli, infaticabile ferroviere in pensione, torna a dare nuova vita al suo sogno – fatto di lampadine e sagome, di lavoro solitario e ostinato, ma anche di grandi gioie e onorificenze – che ha reso celebre il borgo Manarola delle Cinque Terre in Liguria dalla Cina agli Stati Uniti.

Dal prossimo 31 marzo, i fedeli potranno assistere ogni giorno, all’imbrunire, all’accensione di una diversa raffigurazione con cui potranno accompagnare le dolorose tappe della Passione di Gesù: prima l’orto degli ulivi e la colomba della pace, poi l’ultima cena e, passando per le 14 stazioni della Via Crucis, la crocifissione e resurrezione di Cristo.

«Tutto è iniziato proprio con le tre croci che, da sempre, dominano l’intera collina. – Spiega Mario Andreoli – Nel 1961, per esaudire un desiderio di mio padre, sostituii le vecchie croci in legno logorate dal tempo con nuove insegne religiose e le illuminai per la prima volta. Fu un grande successo che mi incoraggiò, negli anni successivi, ad aggiungere personaggi e raffigurazioni.»

Sabato 3 aprile, vigilia di Pasqua, tutte le rappresentazioni – rigorosamente realizzate utilizzando materiali poveri e di recupero – verranno accese e la collina tornerà a splendere di bagliori di luci e speranza sino a sabato 1 maggio.

Tour consigliati