Turisco scolastico destagionalizzato in Toscana

scuolabusLa parola d’ordine della Regione Toscana è diversificare e destagionalizzare.

Questo per quanto riguarda il turismo scolastico della regione.

L’assessore alla cultura propone circa 200 itinerari per il turismo scolastico.

L’iniziativa è sponsorizzata dall’Ansas Toscana (Agenzia nazionale sviluppo autonomia scolastica).

Per sostenere il turismo locale l’idea è di porre le basi per le gite scolastiche distribuite nell’arco di tutto l’anno scolastico in modo da non concentrare l’offerta solo nella primavera, ma anche nel periood autunnale e anche invernale.

La Regione Toscana sponsorizza questa iniziativa insieme Puglia, Emilia Romagna, Sicilia e Liguria.

Questo anche per razionalizzare le risorse e far lavorare tutti gli operatori del settore senza concentrazioni nei mesi caldi.

La Toscana rimane tra le mete più preferite delle gite scolastiche e Firenze resta la città più gettonata insieme a Roma, Venezia e Venezia, che da sole richiamano il 21,8% delle gite scolastiche a lunga percorrenza.

Quello dei viaggi d’istruzione è un mercato spesso sottovalutato, ma che è formato da  centotrentamila classi, con circa due milioni e settecentomila studenti, senza contare insegnanti ed accompagnatori al seguito.

Tour consigliati