crisantemi in GiapponeTra Ottobre e novembre in Giappone ogni anno si celebra la Festa dei Crisantemi.

In quella lontana terra questi fiori sono il simbolo dell’autunno e non hanno alcun riferimento alla celebrazione dei defunti, come avviene invece in Italia.

Ma anche da noi sembra che le cose stiano cambiando. Non solo infatti tali fiori abbelliscono sempre più frequentemente solai, balconi e piazze, ma entrano nelle case e nelle chiese per feste e matrimoni, e persino nelle sfilate di moda.

Oppure vengono scelti come “preziosi” bouquet da regalare alle signore (dipende dai gusti, ovviamente). Ma fino a pochi decenni fa avevano una pessima reputazione e una sola destinazione: il camposanto.

E non a caso ogni anno, a novembre, i più belli ornano ancora a Milano l’elegante facciata del Cimitero Monumentale. Inutile spiegare dunque che in altri Paesi, come in Cina e in Giappone, i crisantemi, coltivati da millenni per la loro bellezza, ornano i templi nelle cerimonie nuziali, perché in Oriente sono considerati simbolo d’amore.

Per capire perchè da noi il crisantemo è “il fiore dei morti”, al di là della coincidenza fra periodo di fioritura e ricorrenza dei defunti (il 2 novembre), occorre ricordare un’antica tradizione.

Nelle valli lariane (in Lombardia) cresce spontaneo il Chrysanthemum vulgare, detto Tanaceto o Atanasìa, che in greco significa immortale.

Alessandro de Theis, nel suo Glossario botanico, già nel 1815 annotava che a questa pianta erbacea aromatica «venne dato tal nome perché il suo fiore si conserva a lungo senza appassirsi».

La sua fioritura simboleggia dunque la continuità della vita dopo la morte. Da qui l’usanza di usarli come fiori decorativi delle tombe dei piccoli cimiteri delle valli del Lario. Usanza che poi si è diffusa in tutta Italia.

Un’altra varietà, il Chrysanthemum coronarium, era utilizzata dagli antichi Greci per onorare luoghi di culto e statue di eroi; la si può trovare ancora oggi in alcuni siti archeologici.

Dunque il crisantemo è un fiore veramente “per ogni occasione”, utili per abbellire, ma anche per emozionare, sia per le occasioni tristi, che per quelle gioiose. Meditate gente, meditate!

Vedi anche: http://www.edendeifiori.it/205/crisantemo.php

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.