Ala è la Città di Velluto

Ala

La dodicesima edizione di Città di Velluto si rinnova. È dedicata alla danza, alla musica classica e moderna, con il coinvolgimento di nuove risorse creative, i giovani, che diventano protagionisti della scena urbana di Città di Velluto. Palazzi, piazze e giardini barocchi sono la sede ideale per riproporre l’antica funzione di territorio d’incontro, di scambio e d’espressione artistica con danzatori e musicisti che hanno la possibilità di utilizzare location inconsuete in un contatto più diretto e comunicativo col pubblico.

Sei palcoscenici del centro storico di Ala in luoghi “ideali” scelti per la bellezza architettonica e la ricca storia di eventi del passato.


Per la danza sono state scelte compagnie e scuole del Trentino con qualche ospite proveniente de fuori regione, prima fra tutte la scuola L’Arabesque dell’Aquila in segno di solidarietà e condivisione artistica.

Per la musica classica si prevede una vera e propria rassegna di musica da camera. I conservatori sono stati individuati per invito rivolto dal Conservatorio di musica di trento, che ha svolto, quindi, una funzione di capofia del progetto. L’articolazione di dimensione ampia sul territorio nazionale rende evidente l’ispirazione ad un dialogo allargato, tra produzioni di punta, coltivate dai Conservatori in Italia.

Apopuntamento ad Ala fino al 18 ottobre.

Tour consigliati