san-donatoII protettore di Montesano Salentino è san Donato i cui festeggiamenti si svolgono il 7 agosto.
Si può dire che Montesano e san Donato siano un binomio inscindibile, poiché probabilmente l’origine del paese fu determinata proprio dal santo. Quando, nel secolo XVI, i coloni del marchese Specchia andarono alla ricerca di un luogo in cui insediarsi, furono attratti da un territorio fertile che comprendeva una chiesetta con un’immagine dì san Donato che si diceva fosse stata trovata da un contadino di una località chiamata appunto «Piani di san Donato». Sembra che fu proprio quella chiesetta a sollecitare la scelta dell’insediamento, e quando il primitivo agglomerato si trasformò in casale (chiamato casale Montesano per la salubrità dell’aria e perché si trovava in una posizione leggermente elevata), gli abitanti vollero porsi sotto la protezione di san Donato.

Nel 1775 la cappella vene abbattuta, e su quello stesso luogo si edificò l’attuale chiesa all’estrema periferia del paese. Questa, fino a qualche decennio fa, nei giorni dei festeggiamenti patronali, diventava lo scenario di un fenomeno da alcuni paragonato al tarantismo. Sin dalle prime ore della vigilia, cominciavano ad affluire epilettici, per lo più donne, che accorrevano per implorare la grazia della guarigione dal «morbo sacro» detto anche «male di san Donato». Il popolo infatti era convinto che la malattìa fosse inviata dal santo, del quale si aveva rispetto ma nello stesso tempo anche paura. Questa credenza ha radici remote: sin dall’antichità, infatti, si riteneva che l’epilessia fosse mandata dagli dei e che solo gli dei potevano guarirla, e questo perché, a causa dell’assoluta mancanza di conoscenze scientifiche sull’origine del male, non esistevano rimedi per la guarigione. Al di là di queste leggende oggi San Donato è venerato dal popolo dei fedeli con estrema devozione, giungono anche dall’estero, complice il perido di vacanza, per salutare e ringrazia questo santo, che ha dato il nome anche ad altre località salentine come, appunto, san Donato di Lecce. Anche in questa località il santo viene festeggiato il 6 e 7 agosto di ogni anno con solennità e le vie del paese si addobbano con luminarie e candelotti al passaggio della processione con il simulacro del santo. Il Salento dunque ancora una volta propone a turisti e residenti feste popolari di assoluta rilevanza, degne di essere conosciute ed apprezzate.

Tour consigliati

2 Replies to “Montesano Salentino e San Donato di Lecce festeggiano il loro patrono: San Donato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.