Ragazzi all’ “Educational theatre” di Bologna per imparare a “vivere” il teatro

Giovani e ragazzi che vogliono cimentarsi nell’arte del teatro possono gratuitamente fruire di una serie di corsi a Bologna, organizzati dal quartiere San Donato e dall’Associazione Culturale Saltinbanco. Il teatro da sempre è considerato il luogo dove non solo si rappresentano gioie, dolori, ansie, apure e fantaasie degli uomini, ma anche il lugo dove si libarano molte energie tenute soffocate dentro di sè. Un’occasione dunque oggi più che mai da cogliere al volo, soprattutto per quella parte del mondo giovanile che non è capace di governare le proprie emozioni e i propri impulsi. E’ necessario perciò aiutarli, facendoli “tirare fuori” tutto ciò che hanno di positivo. Energia dunque che viene canalizzata e non sprecata, gli atti di bullismo si possono trasformare così in “atti” teatrali, con tanto di spettacolo da organizzare, gestire e rappresentare sul palcoscenico.
Il progetto ha il titolo significativo di “Educational Theatre” e ha come obiettivo quello di costruire una vera e propria compagnia teatrale composta dai ragazzi del quartiere, con l’unico scopo di far divertirre e crescere con il teatro. Teatro è sinonimo di cultura, di arte, di creatività, ma anche di condivisione, di armonia, di tolleranza e rispetto di sè e degli altri, diventa quindi un vero e proprio cantiere di convivenza civile e di sviluppo culturale e sociale. Sono questi i motivi che spingono gli organizzatori di questi corsi a offrire la loro comptenza e la loro abilità gratuitamente, senza nulla pretendere in cambio, se non l’attenzione e la partecipazione fedele dei ragazzi e del pubblico che li ammirerà sulla scena. L’associazione Saltinbanco, sin dal nome, è chiaramente orientata ai giovani delle scuole di ogni ordine e grado volenterosi di apprendere l’arte teatrale. In questa associazione militano artisti di ogni tipo che si esibiscono nei circhi come nelle feste paesane. Artisti di strada e per la strada. Gli argomenti trattati dall’associazione si riferiscono a problematiche che gli stessi ragazzi segnalano raccontando fatti della loro vita e molto spesso denunciando le loro difficoltà e i loro problemi. Dalla vita al palcoscenico dunque, senza altre inutili scorciatoie.
Le iscrizioni per i nuovi corsi partiranno nelle prossime settimane. Per saperne di più si può consultare il sito www.educationaltheatre.it

Tour consigliati