Dalla famiglia de’Medici, che fece grande Firenze, provengono due donne il cui ruolo è stato importantissimo nella storia europea tra ‘500 e ‘600.

Queste due figure, di nascita italiana e destino francese sono caterina e Maria de’ Medici, cui è dedicata un’interessante mostra a palazzo Strozzi (fino all’8 febbraio).

Caterina, figlia di Lorenzo II de’ Medici (1492-1519), duca d’Urbino, e di Madeleine de la Tour d’Auvergne (1495-1519) nacque a Firenze nel 1519; e rimase presto orfana.
La sua educazione fu affidata alle zie e a papa Leone X, anch’esso membro della prestigiosa famiglia fiorentina.
Sposò Enrico d’Orléans nel 1533, che nel 1547 diviene Enrico II (e Caterina regina consorte di Francia).

Maria de’ Medici nacque nello stesso mese e nella stessa città di Caterina circa 56 anni dopo, e anche questa donna della famiglia de’ Medici sarebbe diventata regina di Francia.
Sposò, il 5 ottobre 1600, Enrico IV.
Queste due colonne della storia italiana e francese, queste due donne, , come accennato pocanzi, sono ora omaggiate con la mostra “Caterina e Maria de’Medici, Donne al Potere- il ritorno a Firenze”.
Una mostra che attraverso arazzi e ritratti delle due regine ripercorre la loro biografia.
15 arazzi monumentali alti quasi 5 metri e creati su committenza delle regine, mostrano, attraverso le immagini realizzate con trama e ordito, il mito di Artemisia, la donna guerriera, simbolo del potere politico della regina.
Questi arazzi furono realizzati dal parigino Gobelin, con una tecnica copiata dalle manifatture egiziane.
Degno di nota poi il ritratto di maria de’Medici per mano del famoso pittore Van Dyck.

Altri eventi sono legati alla mostra, come i concerti di musica “Alla Corte dei Medici”, le letture di poesie di Ronsard e altri esponenti della Pléiade (nella traduzione dal francese), mentre a gennaio, durante Pitti Uomo, sono previste serate incentrate sulla moda cortigiana e un evento gastronomico speciale sull’introduzione della cucina italiana da parte di Caterina alla corte francese. Non solo cibi ma anche l’uso della forchetta.

(nell’immagine: Caterina de’ Medici)

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.