Cosa fare e vedere a Sorrento

Cosa fare e vedere a Sorrento

Stai preparando un itinerario in vista di un soggiorno a Sorrento? Nel cuore della stupenda Costiera Amalfitana, la cittadina di Sorrento è conosciuta come il fulcro della produzione del delizioso limoncello, il digestivo a base di scorze di limone, acqua, zucchero e, naturalmente, alcol.

C’è molto da fare tra le piazze assolate, gli hotel mozzafiato e le strade tortuose del centro storico che trasudano di fascino e rendono Sorrento, semplicemente parlando, una bellissima destinazione da aggiungere alla tua lista dei desideri.

Se hai tempo (e assicurati di averlo), non dimenticare di esplorare Marina Grande nella parte occidentale della città, un villaggio di pescatori che ricorda i paeselli di un tempo.

Centro storico

Meta prediletta per chi desidera assaggiare il famoso limoncello o riportare a casa la tradizionale calamita da frigo, il centro storico di Sorrento pullula di turisti da ogni parte del mondo.

Ma, una volta oltrepassato il trambusto, il centro storico dimostra il tradizionale fascino del borgo del sud Italia, ricco di tradizioni ancora tramandate dagli abitanti del posto. Gli edifici colorati e pastello sono imperdibili per chi desidera riportare a casa foto da cartolina.

Strade strette e tortuose sono fiancheggiate da pittoresche trattorie che servono piatti classici campani mentre, nei dintorni, numerosi edifici storici ti porteranno indietro nel tempo. Fermati alla Basilica di Sant’Antonino, alla Cattedrale dell’XI secolo e al Chiostro di San Francesco.

Piazza Tasso, invece, è sempre un brulicare di persone. Il fulcro principale delle attività a Sorrento, ospita una serie di caffè e ristoranti caratteristici in grandi edifici giallo sole. Segna questa meta nella tua lista se vuoi soffermarti per un espresso al sole o rilassarti con un buon aperitivo.

Trovare una casa vacanze a Sorrento è facile grazie a portali specializzati online, dove troverai sistemazioni adatte per coppie, singoli e famiglie per ogni budget.

Villa comunale

Una delle esperienze più piacevoli, e sicuramente una delle cose più romantiche da fare a Sorrento, è guardare il tramonto dalla terrazza della Villa Comunale, un parco vicino al chiostro di San Francesco. Il parco si trova direttamente sopra la Marina Grande e la vista si apre sul porto affollato pieno di barche colorate.

Al di là, guardando ad est attraverso il Golfo di Napoli, c’è il Vesuvio. Guardando ad ovest, la vista si apre verso la punta rocciosa del Capo di Sorrento. Un ascensore ti porterà dalla Villa Comunale fino al porto turistico sottostante, oppure puoi prendere un sentiero tortuoso facendo pochi minuti a piedi.

Il mare

Essendo una città adagiata sulle scogliere, Sorrento non ha spiagge in quanto tali, ma ci sono ancora molti posti per rinfrescarsi sul lungomare. Prendi la ripida strada che scende al porto da Piazza Tasso dove troverai alcuni moli dai quali è possibile tuffarsi o prendere il sole. La maggior parte sono di proprietà di hotel, quindi potresti dover comprare un drink o sborsare qualche euro per un lettino, ma ne vale la pena quando sei laggiù.

Bagni della Regina Giovanna

Alla punta del Capo di Sorrento si trovano le rovine di una villa romana, la Villa di Pollio Felice, risalente al I secolo a.C. Una delle cose uniche da fare a Sorrento è nuotare nella bellissima piscina naturale sottostante: separata dal mare da un arco di roccia, la piscina è circondata da ripide scogliere di roccia.

Potete arrivarci in battello o tramite un sentiero dalla strada di circa mezz’ora di cammino; una passerella attraversa il ponte formato dall’arco naturale. Nuotare qui è un’esperienza indimenticabile.

I sapori di Sorrento

Nella Città Vecchia di Sorrento riuscirai a malapena a districarti dalle tante bottiglie di Limoncello che è disponibile in tutte le forme e dimensioni. Sarebbe scortese venire fin qui e non assaggiarne una goccia, giusto? Certo, molti ristoranti ti offriranno un ditale di limoncello alla fine di un pasto ma, per un’esperienza completa, provalo al Limonoro, dove approfondirai anche il processo, le varietà e le sue origini.

Non sono solo i limoni ad essere un grande business qui a Sorrento, ma anche gli ulivi, con i caratteristici boschetti che disseminano le pareti rocciose dell’intera regione. Se non ti basta la spruzzata di limone sulla tua burrata a cena, prendi in considerazione una degustazione e un tour dell’olivicoltore al Frantoio Gargiulo, a soli 10 minuti da Sorrento stessa.

Dopo tutto il pesce salato e gli gnocchi alla Sorrentina, avrai bisogno di bilanciare con un po’ di dolce. A Sorrento, la Gelateria Davide è un’istituzione a conduzione familiare, dove la sapienza artigiana viene tramandata da tre generazioni. Avrai difficoltà a scegliere con oltre 30 gusti tra cui scegliere tra cui gelso piccante, ricotta, prosecco, pistacchio classico e limone locale dolce.

Gli scorci

La Penisola Sorrentina è senza dubbio uno dei tratti costieri più pittoreschi del mondo, con le sue scogliere a picco, acque cristalline e case color pastello accatastate le une sulle altre tra limoni e uliveti. Con tornanti in abbondanza, curve e stradine strette, è facile trovarsi all’improvviso davanti ad uno scorcio mozzafiato. Non dimenticare di riportare a casa le foto dei meravigliosi tramonti di Sorrento.

Marina Grande e marina piccola

I due porti, Marina Grande e Marina Piccola, si estendono lungo la costa scoscesa.

Marina Grande è un grazioso villaggio di pescatori da cartolina nella parte occidentale di Sorrento, proprio sul lungomare. In contrasto con lo sfarzo di Piazza Tasso, Marina Grande ha mantenuto il suo fascino rustico e la tradizionale atmosfera rilassata del porto di pescatori. Fermati per alcuni antipasti di mare e i classici gnocchi alla sorrentina in una delle taverne a conduzione familiare che costeggiano il bordo dell’acqua.

Dalla trafficata Piazza Tasso, fulcro commerciale di Sorrento, una strada scende fino a Marina Piccola, dove arrivano i battelli turistici. Qui troverete traghetti e gite in barca per Capri (20 minuti), Napoli (30 minuti), la Costiera Amalfitana e le isole di Ischia e Procida.