Puglia Mi Piaci

Nasce in Puglia il trimestrale dedicato a questa terra magica, cerniera fra Oriente e Occidente, per far conoscere le sue eccellenza, le sue storie uniche, i luoghi, l´ enogastronomia e l´ ospitalità agli stessi pugliesi e ai turisti, sempre più numerosi, che amano questa regione.

CON “PUGLIA MI PIACI” , dal 9 luglio 2008 in edicola nelle maggiori città, UN TERRITORIO DA LEGGERE, SCOPRIRE E GUSTARE, ANCHE OLTRE CONFINE

 

BARI – Ecco il magazine dedicato interamente alla terra di Puglia, emozionante e coinvolgente, come sembra non essere mai stata raccontata prima d´ora. Si chiama “Puglia Mi Piaci” e il numero “1” (100 pagine patinate con foto impattanti) sarà in edicola dalla prossima settimana. E intanto, per martedì 8 luglio, il progetto editoriale (della Input edizioni di Monopoli) sarà presentato ufficialmente alle 12.00 sulla terrazza del Fortino S.Antonio (Via Venezia, Bari). Fra le autorità invitate spicca la presenza dell´Assessore regionale al Turismo Massimo Ostillio e il presidente di Unioncamere Puglia Luigi Farace.

Un evento condito da un “cocktail party alla pugliese”, con prodotti tipici a “chilometro zero” forniti dal Caseificio Palazzo e dall´oleificio Scisci. Non mancherà il pane di Altamura e un vino che sa di storia, quello delle cantina Botromagno di Gravina.

«Puglia Mi Piaci è una rivista d´informazione – spiega il giornalista Giuseppe Rotolo – direttore e ideatore del progetto.- è uno strumento di ricerca e conoscenza che guarda con occhi curiosi e da nuove angolature scorci paesaggistici, natura, arte, architettura, enogastronomia, tradizioni, folclore, storia, personaggi del presente e del passato, itinerari e l´immancabile artigianato”. »

Ogni articolo pubblicato sulla rivista è tradotto in lingua inglese.

In questo primo numero, la copertina è dedicata alla splendida Locorotondo, la “città del vino bianco”, ghirlanda di case bianche che si affaccia sulla Valle d´Itria. All´interno della rivista uno speciale su questa cittadina dalle cinque “O”.

Fra gli altri articoli da segnalare un pezzo sulla “Taranta” e un report sul Parco Nazionale del Gargano. Un articolo sul vino e sull´artigianato, nello specifico pizzi e merletti. Si potrà leggere inoltre della splendida storia di San Nicola di Bari.

Fra gli splendidi servizi fotografici che la rivista propone, a suggellare l´antica tradizione della pesca in Puglia, una foto che sta già facendo il giro del mondo, quella del pescatore che “morde” il polpo in testa.

In una rivista dedicata ai tesori della regione non poteva mancare il riferimento all´Ente Regione, che ha inserito, in quarta di copertina, la propria immagine istituzionale con lo slogan “Viaggio nella terra del gusto”.

Fra i vari collaboratori del trimestrale “Puglia mi piaci” anche i fratelli Martino ed Eustachio Cazzorla, il primo Laureato in Lettere e specializzato in Archeologia e Storia presso l´Università di Siena, giornalista esperto in turismo, ambiente, arte e cultura, il secondo, sommelier degustatore, enogiornalista su riviste nazionali e internazionali, autore e conduttore di trasmissioni dedicate al vino.

Un grande esperto di Salento è il giornalista Gianluca Marasco. Fra i vari collaboratori una nutrita squadra di corrispondenti capillarmente distribuiti sul territorio. Il progetto editoriale vanta il prezioso apporto del Consorzio Terrantica (unisce le aziende pugliesi vocate al turismo) e della tipografia Grafica 080 di Bari.

Puglia mi piaci è un progetto dalla Input Pubblicità e Marketing, società che opera da anni nel campo della editoria specializzata editando riviste dedicate al mondo dei consumi extradomestici e diffuse a livello nazionale. Monopoli (Ba) V.le Aldo Moro, 44 – www.inputsrl.it – [email protected] – Tel 080.9306460- Fax 080.9373100

Puglia Mi Piaci

 

Puglia Mi Piaci, la nuova rivista dedicata alla Puglia sarà presentata al Bit di Milano insieme all’iniziativa “Valorizzazione dell’artigianato artistico tradizionale in terra di Bari” promossa dall’Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Bari e organizzata dalla Input Srl editrice di Puglia Mi Piaci

 

Milano – Venerdì 20 febbraio 2009 all’interno del padiglione 5 della regione Puglia al BIT 2009, sarà presentata PugliaMi Piaci, la nuova rivista dedicata alla Puglia. Giunta al terzo numero, Puglia Mi Piaci racconta tutti i volti del tacco d’Italia durante le quattro stagioni con un occhio curioso e una penna mossa dalla passione verso questa terra. Congiuntamente saranno presentate la mostra evento e la pubblicazione promosse dall’Assessorato alla provincia di Bari sull’artigianato artistico in terra di Bari.

Puglia Mi Piaci diffonde, attraverso la cura nelle immagini e il caleidoscopio di rubriche, tutti i colori di una terra vocata al turismo rivolgendosi ai pugliesi, ma anche ai turisti italiani e stranieri (ogni rubrica è curata anche nella parte in lingua inglese), stimolando così il mercato turistico interno, regionale e nazionale, nonché straniero.

Alla rivista è legato anche il sito www.pugliamipiaci.it, periodicamente aggiornato.

Il progetto è quindi uno strumento editoriale che si pone al servizio del turismo, culturale, gastronomico, naturalistico; è uno strumento di comunicazione che si pone al servizio delle aziende pugliesi che operano nel campo della ristorazione, della ricettività, dell’agroalimentare e dell’artigianato.

L’artigianato locale è un settore nevralgico dal punto di vista economico, per le potenzialità produttive e commerciali e per lo stretto collegamento al settore turistico.

L’iniziativa “Valorizzazione dell’artigianato artistico tradizionale in terra di Bari” promossa dall’Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Bari con la partnership organizzativa della Input Srl, editrice di Puglia Mi Piaci, nasce con l’obiettivo di valorizzare i cantieri dell’artigianato locale artistico e i luoghi dove sono concentrate tali attività.

Le nostre città sono ricche di imprese artigiane che fanno della qualità e del pezzo unico l’elemento del proprio successo. L’artigianato artistico permea tutti i settori, raggiungendo le proprie eccellenze nell’oreficeria, nella moda, nell’oggettistica e nel restauro. Ha nei centri storici il proprio ambiente naturale di presenza e contribuisce in modo determinante a creare quella immagine unica ricercata da visitatori e turisti. »

L’iniziativa di “Valorizzazione delle artigianato artistico” si svilupperà in tre fasi.
1. La realizzazione di una pubblicazione speciale che racconterà per testi ed immagini i mestieri dell’artigianato artistico rintracciati nei comuni della Provincia di Bari


2. L’allestimento di una mostra fotografica dedicato all’artigianato artistico all’interno del Colonnato del Palazzo della Provincia nel mese di aprile


3. La realizzazione di una mostra evento presso la sala Murat, messa a disposizione dal Comune di Bari, dal 3 al 5 aprile in cui immagine fotografica e fisicità dei prodotti artistici si incontreranno in un percorso che mostrerà dal vivo i manufatti artistici d’eccellenza.

Le produzioni di nicchia sono opere d’arte che identificano la Puglia, che coniugano la tradizione con l’innovazione e pertanto sono suscettibili di un alto posizionamento di mercato.

I settori selezionati sono l’ agroalimentare , la lavorazione del ferro e del rame, la lavorazione della pietra (scalpellino e scultori), lavorazione di terracotta e ceramica, decorazione e lavorazione del vetro, arte orafa, alta sartoria, abiti da cerimonia, camicerie artigiane, lavorazione della cartapesta, lavorazione di ricami, pizzi e merletti. Tutti settori fucina di esperienze tipiche e uniche legate alla storia pugliese, potenziale economico produttivo e commerciale, attrattiva turistica.

La selezione delle attività da valorizzare e promuovere sarà curata da un comitato di esperti interno alla Provincia al quale si affiancherà la CNA Provinciale di Bari, resasi disponibile alla collaborazione.

Tour consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CAPTCHA Image
Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.