39^ Sagra dell’Asparago di Altedo (BO)

asparagi.bmp

Ad Altedo, in provincia di Bologna, l’asparago è in festa. La sagra che vede protagonista assoluto questo ortaggio è giunta alla sua 39^ edizione.

La sagra dell’Asparago Verde  di Altedo di Malalbergo comincerà venerdì  prossimo,  16  maggio,  e avrà il suo clou sabato 24 e domenica 25 maggio 2008. Di questo ortaggio oggi si producono circa quarantamila quintali annui. Le varietà più adatte sono la “precoce di Argentuil”, “Eros”, “Boomlin”, “Diego”. Gli asparagi devono rispondere a determinate misure che li classificano in asparagina, asparago verde di Altedo e asparago extra.

Nella sagra saranno presenti numerosi stands che vedranno esposti gli asparagi in tutte le salse, conditi e cotti in mille modi diversi.

La zona tra la provincia di Ferrara e Bologna, dove appunto si trova Altedo, è quella che produce l’asparago verde tipico che ha meritato nel 2003 il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta).

La I.G.P. è un marchio di qualità che viene attribuito ai prodotti agroalimentari per i quali una ben definita qualità dipende dall’origine geografica, e la cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avviene in un’area geografica determinata.

L’Asparago Verde di Altedo IGP può essere coltivato esclusivamente in 30 comuni della provincia di Bologna e 26 della provincia di Ferrara.

Il disciplinare approvato dall’Unione Europea impone l’utilizzo di quattro coltivazioni di asparagi, di cui la “zampa madre” è costituita dal già citato “Precoce di Argenteuil”.

La data di raccolta non può superare il 20 giugno. Ogni produttore di Asparago verde di Altedo IGP dovrà essere iscritto ad un apposito Albo, e dovrà comunicare all’organismo di Certificazione accreditato la data di chiusura della produzione annuale.

Il disciplinare prescrive inoltre che solo gli asparagi di categoria extra e prima possano fregiarsi del marchio IGP. Dunque gli asparagi di Altedo non solo sono buoni, gustosi e appetitosi, ma hanno anche la garanzia necessaria per essere considerati tra gli ortaggi più nobili delle nostre terre.

Appuntamento dunque per gli appassionati della buona cucina ad Altedo, dove potranno deliziarsi con pietanze di asparagi ma anche di altri prodotti tipici emiliani che come gli asparagi sono garantiti, certificati e amati dai migliori buongustai italiani e stranieri.

Tour consigliati