Cosa visitare a Roma, la città eterna



Fontana_di_Trevi

Fontana di Trevi

Roma, capoluogo del Lazio, è una città Italiana che si estende in parte in pianura e in parte su una serie di colline, sulle rive del Tevere, a circa 20 km dal mare. Fu una delle più importanti città dalla storia dei tempi, la si può definire “la madre della civiltà”.

Anche se Roma vanta circa 3.000 anni e nonostante il peso della sua storia ha una leggerezza di cuore tale da fare invidia al mondo.

Roma è una città che unisce l’intimità e la dimensione umana di un villaggio con la cultura, la storia e le capacità di una metropoli europea.

Se la potessi paragonare ad un essere umano, la immaginerei come una ricchissima e bellissima donna che possiede tesori e gioielli e  e che va in giro in ciabatte e canottiera a sorridere amichevolmente a tutti. Non “se la tira” per niente insomma.

Eppure ne avrebbe motivi per tirarsela: rovine classiche e il primo luogo di culto cristiano, palazzi rinascimentali, fontane barocche e tanto altro ancora. Ma a Roma ci sono anche grandi trattorie di quartiere , negozi eccentrici e una scena vivace e poi il fantastico clima mediterraneo.

Quando andare a Roma

Non c’è una vera stagione “migliore” per visitare la città eterna, perchè tanti sono gli eventi che vengono organizzati a Roma che ogni periodo è buono per visitarla.

Primavera e autunno sono le stagioni turistiche più frequentate , con un picco a Pasqua per via dei pellegrini diretti in Vaticano.

Pantheon

Come arrivare a Roma

Roma ha due aeroporti, il principale hub di Fiumicino ( noto anche come Aeroporto Leonardo da Vinci) e Ciampino. Entrambi sono gestiti da Aeroporti di Roma ( www.adr.it ). Fiumicino si trova a 20 miglia a sud – ovest del centro di Roma .

La stazione ferroviaria si trova proprio accanto ai principali partenze e dalla sala arrivi – ci sono treni frequenti dalla stazione centrale Termini, alla città, la linea FM1 , si collega con le stazioni nella periferia meridionale e orientale . Consultare gli orari su www.trenitalia.com.

Crociere Le navi da crociera attraccano al porto di Civitavecchia , a circa 50 miglia a nord – ovest di Roma .

Castel_Sant_Angelo

Come muoversi a Roma

Trasporti pubblici a Roma

Gestita dall’ATAC ( www.atac.roma.it ) , la rete di autobus di Roma è ampia ed efficiente, il suo sistema di metropolitana , attualmente composto da soli due linee, A e B, che intersecano alla Stazione Termini.

La linea A è utile se si sta andando in Vaticano ( direzione Battistini , scendere alla fermata Ottaviano ) , mentre la linea B vi porterà al Colosseo (direzione Laurentina , scendere alla fermata Colosseo ) .

Per un viaggio sul bus si possono usare biglietti singoli, che possono essere acquistati presso le stazioni della metropolitana , nei Tabacchini, nelle edicole.

Guidare a Roma

Guidare a  Roma non è adatto ai deboli di cuore , più che altro per il parcheggio è un vero incubo e gran parte del centro è una zona a traffico limitato . Se si arriva a Roma in auto il consiglio migliore è quello di parcheggiare l’ auto per tutta la durata del soggiorno.

Visitare Roma richiede tempo e pazienza e la regola, anzi il consiglio è: andare lenti.

I sette colli di Roma: la nascita di un mito

In questa sezione parleremo dei sette colli di Roma, una delle caratteristiche e delle tradizioni più famose di questa bellissima città.

Secondo la tradizione Roma fu costruita su sette colli, tutti situati ad est del Tevere.

Questi sette colli rappresenterebbero quindi il cuore dell’urbe.

I sette colli sono l’Aventino, il Campidoglio, il Celio, l’Esquilino, il Palatino, il Quirinale e il Viminale.

Questi colli avevano un ruolo molto importante nella mitologia, nella religione e nella politica degli antichi romani.
Secondo la tradizione la città fu fondata da Romolo sul Palatino. In effetti proprio sulla cima e alla base di questo monte sono stati ritrovati diversi reperti archeologici, che possono essere fatti risalire all’epoca dei primi insediamenti urbani.

Reperti che si possono ammirare facilmente al museo Palatino, per chi voglia dormire a Roma qualche giorno.

L’area del Palatino risulta infatti abitata fin dal I millennio a.C. All’inizio si trattava solo un piccolo villaggio circondato da paludi.

Questo primo agglomerato urbano, rimasto quasi inalterato per un paio di secoli, è la “Roma quadrata”, così chiamata dalla forma approssimativamente romboidale della sommità del colle su cui si trovava.

L’espansione, nell’VIII secolo a.C., del nucleo originario e la fusione con le tribù stanziate nei dintorni ha originato quella città dei sette colli, che però non erano i sette tradizionalmente noti, bensì solo delle alture secondarie, ovvero le due del Palatino, il Celio e il Velia e le tre occidentali dell’Esquilino.

Solo dal IV secolo a.C., con l’erezione delle mura costruite sotto il re Servio Tullio, era stata racchiusa una città ormai espansa, che comprendeva anche le altre alture, ovvero i tradizionali sette colli.

Il sette è un numero ricorrente nella mitologia romana. Il termine latino Septimontium (ovvero sette monti) era utilizzato dagli antichi Romani per celebrare una festività religiosa nell’area dei sette monti, che sarebbe proprio l’area di Roma.

Esiste poi fin dall’antichità una festività legata ai sette colli, istituita pare da Numa Pompilio, il secondo re di Roma dopo Romolo. Questa consisteva in una processione lungo i sette colli con relativi sacrifici da celebrare presso i 27 sepolcri degli Argei, che si trovavano appunto su quelle colline.

Secondo la tradizione gli Argei erano gli eroici principi greci che, giunti nel Lazio al seguito di Ercole, avrebbero strappato alle popolazioni Sicule e Liguri i colli su cui sarebbe poi sorta Roma.

Queste sono solo alcune delle storie che potrete vivere in prima persona, se deciderete di trascorrere qualche giorno nella capitale. Roma è una città in cui ad ogni passo ci si imbatte in incredibili monumenti o antiche vestigia del passato.

Storie e leggende sulla città eterna sono innumerevoli, dalla sua fondazione ai giorni nostri, Roma è sempre stata una città magica, in cui tutto può succedere.

Cosa visitare a Roma

Poichè Roma scorre lenta, i romani se la prendono comoda (e fanno bene) quindi adattarsi al loro ritmo è un buon consiglio per godersi meglio la vacanza. E

cco gli imperdibili di Roma:

Colosseo La più famosa rovina classica di Roma è imperdibile Piazza del Colosseo ( 06 7740 0922 ) . Aperto tutti i giorni dalle 8:30

Foro Romano e Palatino Altra icona di Roma è il Foro Romano e Palatino che dovrebbe essere associata alla visita guidata di  Casa di Augusto , una casa privata dei primi anni dell’imperatore sorprendentemente modesta e intima con affreschi bellissimi. Via dei Fori Imperiali / Via di San Gregorio ( 06 7740 0922 ) . Aperto tutti i giorni dalle 8:30 .

Colosseum Pantheon E ‘ difficile credere che questo tempio è stato in piedi per quasi 2.000 anni . Anche le porte di bronzo sono ancora intatte . La cupola , con il suo occhio , era la più grande del mondo fino agli inizi del 20 ° secolo . Piazza della Rotonda ( 06 6830 0230 ) . Aperto da lunedì a sabato , 8:30-07:30 ;

Basilica di San Pietro Alcuni trovano la sua gigantesca scala un po ‘opprimente  ma chiesa l madre del cattolicesimo è stato progettat per stupire. Da non perdere la vista dalla cima della cupola . Piazza San Pietro (06 6988 3731 ; www.vatican.va ) . Aperto tutti i giorni , 7:00-06:30 .

Musei Vaticani Dei veri e propri scrigni di tesori. Viale del Vaticano 100 (06 6998 3860 ; www.vatican.va ) . Aperto da lunedì a sabato , 09:00-18:00 (la biglietteria chiude 04:00 ) .

Galleria Borghese Una delle più  grandi collezioni d’arte private del mondo Piazzale del Museo Borghese, 5 ( 06 32 810 ; www.galleriaborghese.it ) . Aperto Ma-Do , 09:00-19:00 .

Di Caravaggio a Roma Una delle caratteristiche di Roma è il fatto che le sue attrazioni artistiche sono un pò sparse vounqe, nelle chiese o nei palazzi. I capolavori del genio ribelle della pittura barocca ne sono un esempio calzante. Per le opere dei Caravaggio dovrete girare un pò: la Galleria Borghese e tre chiese Centro Storico custodiscono il suo meglio . Tra il Pantheon e Piazza Navona, San Luigi dei Francesi custodisce tre scene drammatiche della vita di San Matteo , la chiesa di Sant’Agostino custodisce  il la commovente Madonna dei Pellegrini , e in Santa Maria del Popolo, su Piazza del Popolo , si possono ammirare il Martirio di San Pietro e la Conversione di San Paolo .

Museo dei Cappuccini Chi ha la passione per il macabro potrà visitare la principale chiesa romana dei Frati Cappuccini che sono stati sepolti nella cripta. Via Veneto 27 (06 487 1185 ; www.cappucciniviaveneto.it ) . Aperto 09:00-19:00 tutti i giorni .

MAXXI Chi se ne frega se l’edificio mette in ombra l’arte , quando l’edificio è tanto entusiasmante. Progettato da Zaha Hadid , il nuovo museo di arte contemporanea e architettura nella periferia nord irradia energia e dinamismo. Via Guido Reni 4A ( 06 321 9089 ; www.fondazionemaxxi.it ) . Aperto Ma -Ve, Do , 11:00-19:00 , sab , 11:00-10:00 , lun chiuso .

piazza-spagna_

Gite di un giorno Da Roma si possono fare interessantissime gite di un giorno, un proseguio delle bellezze della città visitabili in una sola giornata

Ostia Antica Per avere un vero e proprio senso della vita di una antica città romana è doveroso visitare Ostia Antica. E ‘altrettanto suggestiva come Pompei, ma molto meno turistica. Via dei Romangnoli 717 , Ostia ( 06 5635 8099 ; www.ostiaantica.net ) . Aperto Martedì-Domenica , 08:30-06:00 .

Ninfa Uno dei giardini più belli d’Italia , Ninfa, fu creato tra gli anni Venti e gli anni Sessanta dalla famiglia anglo- italiana Caetani sul sito di un villaggio medievale abbandonato, a 37 miglia a sud di Roma . Se non si dispone di un auto , si può prendere il treno per Latina ( sulla linea principale di Napoli) e poi un taxi . Giardino di Ninfa (0773 354242 ; www.fondazionecaetani.org ) .
Aperto da aprile a ottobre il primo Sabato e Domenica del mese , anche la terza Domenica di giugno .

Shopping a Roma Roma ha ancora abbastanza negozi privati per fare quello shopping tradizionale nei vicoletti, nelle stradine.   Moda   Via del Governo Vecchio è l’ideale per i gli amanti della moda: Patrizia Pieroni , all’Arsenale ( N. 64 ) , o Luciana Iannace , a Maga Morgana (n. 27 ) .

La Moda italiana si nasconde nelle strade , ai piedi di Piazza di Spagna.

Alimentari   Per trovare eccellenti negozi di alimentari si deve andare a Via Cola di Rienzo, vicino al Vaticano, dove Franchi ( No 204 ) e Castroni ( 196 ; www.castroni.com ) sono tesori gastronomici , o al quartiere Testaccio , dove Volpetti ( via Marmorata 47) vi farà sbavare .
La mattina si può andare al mercato alimentare ( lun-sab) a Campo de ‘Fiori, un posto molto pittoresco anche se con prezzi alti .

Basilica+San+Clemente

Mercati Il mercato di Piazza Testaccio ha il vantaggio ddll’ottimo rapporto qualità prezzo. Poi il mercato delle pulci di Porta Portese , che si snoda lungo Via Portuense, molto suggestivo.

Alcuni itinerari consigliati a Roma per giro turistico a piedi

La cosa più importante per chi visita Roma è percorrerla a piedi, a parte alcuni tratti particolarmente lunghi, vederne le vie i parchi e tutte le piccole cose che in auto non si possono ammirare. Non basta visitare solo monumenti e musei.

Dal momento che le cose da vedere a Roma sono molte, divideremo la nostra visita in vari itinerari.

Itinerario dal Campidoglio al Palatino.

Il Campidoglio è un Sacro Colle su cui si asserragliarono gli ultimi difensori di Roma contro i Galli.

Centro religioso e politico dell’Urbe, è tutt’oggi il cuore della città. In Piazza Venezia troviamo il Monumento a Vittorio Emanuele II, il Palazzo Venezia e la Chiesa di Santa Maria d’Aracoeli.

In Piazza Campidoglio ci sono il Palazzo Senatorio, il Palazzo dei Conservatori, il Palazzo del Museo Capitolino e la Statua Equestre di Marco Aurelio.

Da ammirare sono le rovine del Foro Romano, della Basilica Emilia, dell’Arco di Settimio Severo, della Basilica Giulia, del Tempio di Vesta e dell’Arco di Titio.

Fu sul Monte Palatino che nacque Roma.

Itinerario dal Colosseo alla Via Appia.

Da Piazza Venezia al Colosseo si percorre la Via dei Fori Imperiali dove si possono ammirare il Foro Traiano, il Foro di Cesare, i Fori di Augusto e di Nerva, la Basilica di Massenzio e il Tempio di Venere e Roma. Poi andiamo al Colosseo e all’Arco di Costantino.

Dal Colosseo si prende una carrozza che ci porta in Piazza Bocca della Verità dove si ammirano il Tempio di Vesta, il Tempio della Fortuna Virile, l’Arco di Giano, l’Arco degli Argentari e la Chiesa di Santa Maria in Cosmedin. Poi andiamo a vedere la Basilica di San Paolo con la Porta di San Paolo e la Piramide di Caio Cestio.

Poi si va alle Terme di Caracalla, alla Via Appia, alla Porta San Sebastiano, alle Catacombe di San Callisto, di Domitilla e di San Sebastiano.

Poi si visita il Castel Sant’Angelo, i Musei Vaticani, il Gianicolo, il Trastevere, le Terme di Diocleziano, il Museo delle Terme, la Fontana di Trevi, il Pantheon, la Piazza Navona, la Villa Borghese, la Chiesa della Trinità dei Monti, la Basilica di Santa Maria Maggiore ed Ostia con il Castello e gli Scavi.

Vedi anche: