Fellini in mostra nella sua Rimini

Il libro dei miei sogni

Ottantotto anni fa nasceva il grande Maestro Federico Fellini. Per l’occasione, la mostra Il libro dei miei sogni, inaugurata lo scorso 17 ottobre presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, arriva finalmente a Rimini, città di Fellini.

La mostra, organizzata da Fondazione Cinema per Roma e Fondazione Federico Fellini, in collaborazione con Regione Emilia Romagna, Provincia di Rimini, Comune di Rimini, Banca di Roma, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, è in programma fino al 16 marzo presso Castel Sismondo di Rimini.

Esposti oltre cento disegni tratti dal vero e proprio “Libro dei sogni”, una delle testimonianze inedite più importanti lasciataci dal regista e pubblicato da Rizzoli in due versioni: una anastatica nel formato originale dei due diari, al prezzo di 300 euro; una più maneggevole ed economica al costo di 95 euro.

Il diario onirico, tenuto dal regista dalla fine degli anni Sessanta fino all’agosto 1990, raccogli disegni, bozze. Quattrocento pagine che vivono dei suoi film, delle tante persone incontrate sui set e dei personaggi dell’Italia del Novecento.
Il tutto è accompagnato dalla trascrizione integrale dei testi autografi e da un indice dei personaggi ritratti e citati dall’autore.

Il libro dei miei sogni è articolata in otto sezioni, più una raccolta di disegni originali staccati da Fellini stesso dal Libro.
Una di queste riguarda i personaggi famosi disegnati con grande abilità. E poi vi è la sezione dedicata alle donne e alle loro curve generose, e l’insieme dei sogni che riguardano direttamente i film del regista.
Fino alle cinquanta foto di scena messe a disposizione dagli archivi fotografici dell’Ansa, della Cineteca di Bologna e di Reporters Associati.