Un Itinerario per visitare Verona, la città degli inguaribili romantici

Un Itinerario per visitare Verona, la città degli inguaribili romantici


Quando si visita Verona si capisce subito perché Shakespeare abbia scelto questa città per dare vita alla storia tra Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti: romanticismo, dramma e faide familiari sono state il segno distintivo della città per secoli. (Vedi anche l’articolo Cosa fare e cosa vedere a Verona)

Tutte caratteristiche, soprattutto il romanticismo, che si respirano tra le strade, nelle vie. E se si conosce la storia di questa meravigliosa città veneta il tutto diventa ancora più suggestivo.

Dal III secolo aC, Verona è stata un centro commerciale romano, come testimoniano le antiche porte e il grande anfiteatro. Oggi la città è patrimonio mondiale dell’UNESCO. Tante le cose da vedere, tantissimi gli eventi organizzati, tante le feste popolari ed ottima la ricettività.

verona

L’arena di Verona

Chi visita Verona può farlo con tutta calma ed un paio di scarpe comode in previsione delle lunghe passeggiate a piedi tra un museo ed una chiesa. Ecco cosa c’è da vedere a Verona Arena di Verona

Se dici Verona ti rispondo “Arena”, è inevitabile non visitare questo simbolo mondiale della città. Questa arena di epoca romana , costruita  nel 1 ° secolo dC in marmo, è sopravvissuta ad un terremoto del 12 ° secolo per diventare il leggendario teatro lirico all’aperto, con posti a sedere per 30.000 persone .

È possibile visitare l’arena durante tutto l’anno , anche se è al suo meglio durante la stagione lirica ossia in Agosto e Giugno, stagione che conta circa 50 esibizioni di alcuni dei nomi più importanti del mondo – Placido Domingo per dire un nome importante, ha debuttato qui . Nei mesi invernali , i concerti si tengono presso l’adiacente Ente Lirico del 18° secolo.

Basilica di San Zeno Maggiore

Questa Basilica è un capolavoro di architettura romanica , caratterizzata da mattone a righe e tufo in pietra, la Basilica di San Zeno Maggiore è stata costruita in onore del santo patrono della città. Si può entrare attraverso il grazioso chiostro fiorito nella vasta navata , fiancheggiata da affreschi del 12 ° e 15 ° secolo raffiguranti Gesù , Maria Maddalena pudicamente coperta nella sua tenda di capelli d’oro e San Giorgio che uccide un drago in cima a un cavallo spaventato. Sotto il rosone raffigurante la Ruota della Fortuna c’è la porta di bronzo del  del 12 ° secolo ricca di dettagli tra cui una scena di un esorcismo con un demone strappato dalla bocca di una donna.

verona

Teatro Romano

Attraverso il Ponte Pietra , a nord del centro della città , sorge il Teatro Romano costruito nel 1 ° secolo. Il ponte è una testimonianza silenziosa , ma di una presenza notevole. Il teatro stesso , ingegnosamente scavato nella collina in un punto dominante strategico,  era un tempo tre volte superiore a quello che rimane oggi .

Giardino Giusti

Questo lussureggiante giardino prende il nome dalla nobile famiglia che ha curato. La vegetazione è un mix all’italiana tra la perfezione delle sculture verdi e il naturale, abbellito da cipressi svettanti.

Secondo la leggenda locale, gli innamorati che riescono ad incontrarsi nel piccolo labirinto che si trova alla destra del giardino sono destinati a stare insieme. E qui torna il tema dell’amore tanto caro a Verona. In fondo al giardino si trova una breve salita e una stupenda vista sulla città .

verona-duomo

Duomo di Verona

Duomo di Verona

Il Duomo di Verona risale invece al 12 ° secolo. Si tratta di un originale edificio romanico a righe , con rilievi policromi e con statue. L’interno incuriosisce più dell’esterno. Ci sono affreschi del 16 ° al 17 ° secolo. Al termine della navata sinistra si trova la cappella Cartolari – Nichesola , progettata da Jacopo Sansovino con una vibrante “Assunta” di Tiziano.

Chiesa di San Fermo

Alla fine fiume della Via Leoni , Chiesa di San Fermo è in realtà due chiese in una: frati francescani hanno sollevato il 13 ° secolo la chiesa gotica di diritto su una struttura romanica 11 ° secolo . All’interno della chiesa principale gotica , si noterà un legno magnifico carena di nave , che ricorda un soffitto di carena di una barca rovesciata . Nel transetto destro sono affreschi del 14 ° secolo, tra cui alcuni frammenti raffiguranti episodi della vita di San Francesco . Scale dal chiostro portano sotterranea alla chiesa romanica di ricambio ma atmosferico sotto.

Chiesa di Sant’Anastasia

La Chiesa di Sant’Anastasia è la chiesa più grande di Verona una vera e propria vetrina dell’arte veronese . La moltitudine di affreschi è sorprendente.

Casa di Giulietta

Nei pressi di Via Giuseppe Mazzini , la principale via dello shopping del centro di Verona, si trova la Casa di Giulietta . Non importa che Romeo e Giulietta fossero personaggi di fantasia senza alcuna somiglianza con la nobiltà veronese , e neppure che non ci sia quasi spazio per due sul balcone stretto in pietra . I romantici affollano questa casa del 14 ° secolo da sempre.

verona-piazza-erbe

Piazza delle Erbe a Verona

Piazza delle Erbe

Originariamente sito di un foro romano , la piazza delle Erbe pullula di vita . Con il centro costellato da bancarelle permanenti, la piazza è circondata da alcuni dei più sontuosi palazzi di Verona tra cui il barocco Palazzo Maffei , a nord , e l’adiacente Torre del Gardello del 14 ° secolo. Sul lato est si trova Casa Mazzanti , ex residenza della famiglia Della Scala.

verona

Museo di Castelvecchio

Il museo di Castelvecchio custodisce una variegata collezione di affreschi , gioielli , manufatti medievali e dipinti di Pisanello , Giovanni Bellini , Tiepolo , Carpaccio e Veronese , oltre a meravigliosi spettacoli temporanei.

Torre dei Lamberti

Per una vista superba di Verona, prendete l’ ascensore o, chi ha voglia, salite a  piedi di questa torre alta 84mt costruita nel 12 ° secolo.

Arche Scaligere

Passando attraverso l’arco in fondo di Piazza dei Signori potete ammirare questi monumenti funebri gotici , si tratta delle elaborate tombe della famiglia Della Scala , di fronte alla piccola chiesa di Santa Maria Antica . Nel cortile dietro l’ Arche , date un’occhiata agli Scavi ( scavi ), che è stato fatto in questa parte della Verona medievale .

Chiesa di San Lorenzo

A sud-ovest di Piazza delle Erbe verso il Ponte Scaligero si trova la Chiesa di San Lorenzo , una chiesa romanica costruita nei primi anni del 12 ° secolo , alla quale negli anni sono state apportate aggiunte gotiche e rinascimentali. L’elemento più insolito – praticamente unico in Italia – è costituito dalle due torri cilindriche che fiancheggiano l’ingresso.

verona

Palazzo Forti

Palazzo Forti è sede della nuova Galleria d’Arte Moderna , con 90 opere d’arte che vanno dal 1970 ad oggi e con mostre ambiziose che espongono artisti moderni internazionali come MC Escher e Sol LeWitt.

Loggia del Consiglio

La Loggia del Consiglio occupa il lato nord di Piazza dei Signori, il primo edificio per il consiglio comunale ed anche la struttura rinascimentale più bella di Verona . E’ collegato al Palazzo degli Scaligeri , la residenza principale della famiglia Della Scala.

Museo Archeologico

Il Museo Archeologico di Verona ospita una interessante collezione di pezzi greci e romani .

Ghetto Verona

In prossimità di Piazza delle Erbe a sud-ovest si trova lo storico Ghetto Ebraico di Verona. E’ caratterizzato da alti edifici che incorniciano la stretta via laterale Via Rita Rosani, così chiamata in onore dell’eroina della Resistenza che comandava una banda di partigiani a Verona fino al 1944 , quando è stata catturata e giustiziata a 24 anni . Sul lato sud-est di Via Rosani si trova una sinagoga appena restaurata.  

arena-di-verona

Eventi a Verona

Chi sceglie di visitare Verona può farlo in concomitanza di uno dei tanti eventi che vengono qui organizzati. Gli Eventi in programma sono tanti, ti rimandiamo sui siti che sono preposti a raccoglierli:

In Particolare per San Valentino C’è Verona in Love, di cui parliamo in questo articolo.

Verona a tavola

Chi fa tappa a Verona anche per una vacanza enogastronomica troverà, come si suo dire, terreno fertile. Perchè il Veneto, oltre ad essere una regione ricca di storia la è anche di antiche tradizioni che sono rimaste immutate nel tempo e che si riscontrano sulle tavole.

Molta importanza in Veneto è quella dei cosiddetti  “cibi rituali” legati alla celebrazione delle feste liturgiche e dei riti agrari del lunario contadino,

I cibi, le erbe e la frutta oltre ad essere usati come alimenti erano sfruttati per le loro proprietà curative.che trovava basamento nella cosiddetta “magia simpatica”, per cui il “simile chiama il simile”. Si ci basava sulla somiglianza di alcuni vegetali con le parti anatomiche, per mettere in atto terapie a base di alimenti. (esempio gheriglio della noce è simile al cervello umano e quindi con questo si trattavano le malattie mentali).

Fatta questa premessa vediamo quali sono i piatti tipici di Verona. Il cibo dominante nella campagna di Verona è la polenta che accompagna tutto.
Anatra e faraona sono le protagoniste delle tavole di Verona dove vengono accompagnate dalla salsa veneta “pevedara” ( brodo, spezie, pangrattato, burro, salumi e pepe). E poi minestre, risotti e dolci secchi.



Come arrivare a Verona

Verona è una città ben collegata ad il resto di italia, dista 170 km da Milano, 290 da Torino, 520 da Roma e 700 da napoli. Si può raggiungere in auto, in treno, in aereo.

In auto si può raggiungere con l’utostrada A4 (Milano venezio uscita verona sud) o con la A22 (autostrada del Brennero-modena. Uscira Verona Nord). Si possono anche percorre le strade statali

SS11, SS12, SS62. Chi sceglie il treno potrà scendere alla strazione principale la Verona Porta Nuova che si trova in prossimità del centro di Verona. www.trenitalia.it call center trenitalia 892021. Se si vuole arrivare in volo, l’aeroporto che serve Verona è l’Areroporto Catullo a Sommacampagna e dista crca 15 km dal centro città. Da qui si può noleggiare un’auto o prendere un bus per la città.
Clicca qui per scoprire e prenotare i Migliori Hotel a Verona