La festa di Santa Cristina a Gallipoli (24 Luglio)

La festa di Santa Cristina a Gallipoli (24  Luglio)


Co-pratrona della città di Gallipoli, assieme a sant’Agata e san Sebastiano, è Santa Cristina, ricordata il 24 luglio. Santa Cristina è venerata da quasi 150 anni , perchè liberò Gallipoli  dal colera che aveva causato in pochi mesi centinaia di morti.

La devozione per questa santa a Gallipoli è particolarmente sentita, a lei infatti è dedicata anche la cappella più bella della città che si trova a ridosso del ponte seicentesco attraversando il quale si arriva nel centro storico: la chiesa di S. Maria della Purità. Questa conserva la leggiadra statua, oggetto di culto e somma venerazione, opera mirabile “di felicissima interpretazione”, commissionata col contributo di devoti.

Statua di santa Cristina nella chiesetta omonima

Statua di santa Cristina nella chiesetta omonima – foto Di Lupiae (CC BY-SA 3.0)

La storia del miracolo

Tradizione e leggenda vogliono che tempo fa, esattamente nel 1867, la santa fece un miracolo a Gallipoli, tenendo lontana la peste dalla città, malattia infettiva e mortale che a quei tempi imperversava nel Salento. Così, il parroco del paese si recò dal vescovo e gli rivelò che era necessario invocare l’aiuto della santa per salvare il paese dalla malattia.Fu realizzata a grandezza naturale dal cartapestaio leccese Achille De Lucrezi nel biennio 1866-67, peraltro nel rispetto dell’agiografia della giovane martire di Bolsena (PG).

Chiesa di Santa Maria della Purità

Chiesa di Santa Maria della Purità – foto Di Colar (Pubblico dominio)

Il simulacro rappresenta la santa legata ad un albero e trafitta dalle frecce, mentre un Angelo le porge la corona di santità e la palma del martirio, e un cagnolino ai piedi della santa. Fu proprio il cagnolino a dare il segno dell’intervento della patrona nell’epidemia di colera: secondo la fantasia popolare, l’animale scomparve improvvisamente dal piedestallo della statua con il diffondersi della malattia in città e vi ricomparve alla miracolosa cessazione della pestilenza.

Il 23 luglio 1868, primo anniversario della fine del colera nella cittadina salentina, iniziò il vero culto della santa con la prima processione ufficiale in suo onore.

Per le strade di Gallipoli

Accanto ai grandiosi ed eccezionali festeggiamenti religiosi ancora oggi la festa di santa Cristina è rallegrata da una cuccagna a mare, ma pure da bancarelle, luminarie, bande musicali e spettacoli pirotecnici a cui assitono fedeli, visitatori e turisti.

La festa si svolge nelle giornate 23-24-25 luglio e inizia con la suggestiva processione per mare lungo il periplo delle mura urbiche e per le vie cittadine, ad iniziare dal Corso Roma, che viene interamente addobbato con luminarie e bancarelle, di vendita di giocattoli e generi alimentari. Nell’area mercatale invece, un po’ distante dal corso, saranno allestite le bancarelle di vestiti, scarpe e oggetti per la casa. Inoltre ogni anno, vengono organizzati spettacoli, eventi, concerti o esposizioni nella cittadina in festa.

 

Anche il menu di questo giorno di festa è particolare: tubettini al sugo di cernia. E poi scapece e altre pietanze sempre nel solco della tradizione.
Molti giovani gareggeranno e si sfideranno cercando di afferrare una bandierina posta in cima ad un palo imbrattato di grasso e quindi molto scivoloso. Al vincitore coraggioso ed abile sarà consegnata una somma di denaro messa in palio dal comitato organizzatore della festa. Alla fine dei festeggiamenti, come tradizione, gara di fuochi pirotecnici tra due ditte.

 

Insomma una festa assolutamente da non perdere, non solo religiosa, ma anche e soprattutto un momento di unione, convivialità, gioia e divertimento.

Maggiori informazioni su cosa visitare a Gallipoli

Summary
Event
Festa di Santa Cristina
Location
Gallipoli,
Starting on
luglio 2017
Ending on
luglio 2017
Description
La festa di Santa Cristina a Gallipoli