E quando fa caldo…ai Parchi!



parchi italianiL’estate è cominciata, e ce ne siamo accorti, e con essa è cominciato il peregrinare tra monti, boschi e spiagge in cerca di refrigerio. Ma non tutti possono permettersi una vacanze in queste gettonate zone. Ecco allora che ci si riversa nei parchi. Esistono splendidi parchi dove la natura è rigogliosa e generosa anche in questa stagione, come il Parco di Villa Gregoriana, a Tivoli, con il folto bosco di alberi secolari, i resti di antiche costruzioni romane, i dirupi vertiginosi, i sentieri rupestri, le grotte naturali e le piccole gallerie volute da Papa Gregorio XVI.

O l’incantevole Bosco di San Francesco, nei pressi di Assisi, da visitare seguendo uno dei tre itinerari proposti: il “percorso paesaggistico” che mette in evidenza il ruolo storico del paesaggio rurale italiano; il “percorso storico” che racconta la storia del luogo attraverso i suoi edifici originari e il “percorso spirituale” che stimola una riflessione sul rapporto tra uomo e natura.

Altro posto incantevole è la Baia di Ieranto, in provincia di Napoli, proprio di fronte ai Faraglioni di Capri, fu antica sede del tempio delle Sirene e si ammira percorrendo il sentiero che parte dal piccolo abitato di Nerano e raggiunge una torre saracena e una splendida spiaggia.