Don Tonino Bello sarà presto Beato



don tonino belloLa storia, l’esempio, la vita di don Tonino Bello, vescovo di Molfetta, presidente nazionale di Pax Christi e soprattutto umile sacerdote salentino, nato ad Alessano nel 1935, sono da esempio per tutti. Il vescovo pugliese morì nel 1993 dopo circa un anno dalla diagnosi di cancro.

Nel 2007 la Congregazione per le Cause dei santi ha avviato il processo di beatificazione, dichiarandolo «Servo di Dio». La fase diocesana del processo «si concluderà entro il 2013», ha annunciato con gioia l’attuale vescovo di Molfetta, Luigi Martella.

Intanto tutto è pronto per ricordare don Tonino (come affettuosamente veniva chiamato dai fedeli anche da vescovo) nel ventesimo anniversario della morte.

Sarà il cardinale Angelo Amato a celebrare la santa Messa di commemorazione il 19 aprile 2013, alle 18.30, nella chiesa madre di Alessano, in provincia di Lecce, dove don Tonino è nato. I fedeli cammineranno poi in pellegrinaggio fino alla tomba del vescovo.

Molti altri eventi coinvolgeranno le comunità delle due diocesi, quella di Ugento (dove si trova Alessano) e quella di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, dove don Tonino è stato vescovo.

Sono in fermento i ragazzi delle scuole per il progetto didattico «Conosci don Tonino?», dedicato a «Don Tonino, testimone della fede».

I migliori disegni e scritti degli studenti saranno nella mostra allestita nel Museo diocesano di Moffetta, con oggetti personali, manoscritti e foto del Servo di Dio.

Nel paese natale, invece, si porrà l’accento sull’impegno del vescovo per la giustizia e la pace, con un ciclo di conferenze organizzato dalla Fondazione Don Tonino Bello.

In questi anni tanti luoghi pubblici e privati sono stati intitolati a Tonino Bello, persino, di recente, una fraternità dell’Ordine francescano secolare (il ramo laicale della Famiglia francescana), istituita nella chiesa di San Gaspare del Bufalo a Roma.

Segno che il messaggio di amore e di pace (memorabile la sua marcia a Sarajevo in piena guerra) lasciato da questo grande uomo di fede è valido ancora oggi e lo sarà per molto tempo.