“Un giorno nella storia” nel parco archeologico salentino Kalòs



Ogni anno, il parco archeologico più grande del Salento, Kalòs,a Caprarica di Lecce  propone l’evento “Un giorno nella storia”, un viaggio nel tempo alla scoperta del passato (dalla preistoria al Medioevo) .

Caprarica di Lecce

Caprarica di Lecce – Veduta – foto di Freddyballo (CC BY-SA 3.0)

L’archeodromo ospita la grande manifestazione in costume, con oltre 50 attori, che ripropone la vita quotidiana dell’uomo in un arco temporale che va dall’età pre-protostorica, passando per quella messapica, per giungere nell’età romana e medievale.

Il percorso evolutivo

Locandina Parco Kalòs

Locandina Parco Kalòs

Durante l’ evento “Un giorno nella storia”  ragazzi sono emotivamente coinvolti nel passato grazie agli spettacoli di musica e danza che animano le scene. Il fantastico viaggio (nella mattinata) si snoda in diverse ‘tappe storiche’.

Per la fase pre-protostorica è possibile osservare la lavorazione della selce e la produzione degli strumenti litici (lame, punte di freccia), dei primi manufatti ceramici ed i caratteristici monumenti megalitici : dolmen, menhir, e la specchia, sulla quale ha luogo il rito dello Sciamano, che danza per ottenere gli auspici del Dio Sole.

La fase messapica ripropone spaccati di quotidianità di una società di 2600 anni fa: rituali funerari con la scena della prothesis funebre, riti di libagione con offerte votive alle divinità.

Si possono inoltre ammirare le possenti mura della città, le botteghe del ceramista e del ceramografo, la scena dell’oracolo e il Santuario di Demetra con il culto dell’acqua e le Megalartia, antica festa del grano.

Nella fase romana, si sottolineano le capacità costruttive di questo grande popolo con la costruzione di una strada, il sollevamento e trasporto di enormi blocchi; è possibile immergersi nel fascino della scuola dei gladiatori e ammirare la ricostruzione del tempio di Minerva.

La fase medievale illustra la vita nella campagna con una serie di botteghe di artigiani, la lavorazione dei tessuti, i sistemi di stoccaggio delle granaglie, i luoghi di culto e un trappeto per la lavorazione dell’olio.

Nel pomeriggio: si rivivono il valore e lo spirito olimpico con “Le Olimpiadi del mondo antico”. Giochi antichi per gente moderna che ama la competizione e il superamento dei limiti. Buon divertimento a tutti!

 

Cos’è un archeodromo?

L’archeodromo è un museo a cielo aperto, all’interno dei quale sono state ricostruite tutte le fasi evolutive dell’uomo e i loro contesti ambientali. L’archeodromo Kalòs, è ubicato precisamente sulla ” Serra di Galugnano “, dove proprio  circa 3000 anni fa, sorgeva un’insediamento dell’Età del Bronzo tra i più grandi del Salento.

La zona inoltre, è stata insediata dai romani ed era infatti conosciuta come ” Li Sierri di Tiberio, Ottavio e Costantino “.
Nell’ archeodromo, è possibile inoltre seguire delle visite guidate, laboratori, archeologia sperimentale, tenute da operatori specializzati.

Un mondo nuovo da scoprire, completamente sconosciuto…o meglio passato!

Maggiori informazioni su http://www.parcokalos.com/