Il museo del mare di Catania



Il mare e isuoi pesci, i frutti, le conchiglie e tutto ciò che tra scogli e spiaggge si può trovare è gelosamente custodito in un museo unico e originale.

II Museo del Mare e della Pesca di Catania è un museo storico-antropologico ma è anche un museo del territorio, strettamente legato al borgo di Ognina dove è ubicato. Questo museo nasce da un’idea dei pescatori del borgo che qualche decennio fa esposero dentro le Grotte di Ulisse, utensili ed oggetti legati alla vita e ai mestieri del mare (reti, strumenti nautici ecc,..).

Inaugurato l’8 Aprile 2000, il Museo è collocato dentro un magazzino del grano del Settecento: i materiali esposti, di notevole valore storico ed antropologico sono la testimonianza di una delle attività più antiche dell’uomo: la pesca.

Molto suggestiva la collezione di conchiglie, stelle marine, ricci, pesci, e la sezione archeologica dove si possono ammirare molti fossili ed alcune anfore romane e greco – italiche, ritrovate in un relitto nei pressi del porto di Ognina.

Questo borgo fa parte della città di Catania e non si deve confondere con l’omonima Ognina che è in provincia di Siracusa. Ognina di Catania è un antico borgo marinaro e praticamente costituisce un quartiere della città. Si divide in parte vecchia e nuova, ciascuna delle quali ha caratteristiche storiche e artistiche differenti.

Il Museo dunque non poteva trovare collocazione migliore, essendo vicinissimo al mare dal quale trae continua ispirazione. Inoltre il Museo del Mare propone ai visitatori non solo visite guidate  ma anche percorsi animati su prenotazione per gruppi.

Una modalità alternativa di fruizione coinvolgente ed accattivante che rende i fruitori protagonisti della visita e che ha riscosso fino ad oggi grande successo con scolaresche di ogni ordine e grado, studenti universitari, frequentanti master, comunità terapeutiche, genitori e bambini, adulti.