Sestriere e Macugnaga, chilometri di piste e giochi per i più piccoli

Molti giovani e giovanissimi nelle vacanze invernali sulla neve desiderano dar prova delle loro capacità sciistiche e magari diventare grandi campioni nello sport invernale per eccellenza.

Per esaltare lo spirito di emulazione dei campioni di domani, niente di meglio delle piste e delle strutture del Sestrière (TO). Le piste lungo le quali si sono disputate le Olimpiadi invernali del 2006 sono davanti al villaggio e a portata di sguardo dai campi scuola attrezzati con nastri trasportatori, manovie, gonfiabili e giochi sistemati per rendere più piacevole l’esordio sugli sci.

Il più grande è quello della Scuola sci Sestrière, che organizza corsi per tutte le fasce d’età a partire dai tre anni. Il premio per chi diventa bravo è il libero accesso sui 400 km di piste della Via Lattea. I bravissimi, invece, possono lanciarsi proprio sulle ripide piste olimpiche, come i campioni. Dopo lo sci si va con mamma e papà alla piscina comunale, che dispone di un ampio settore all’aperto: niente paura, l’acqua è sempre a 27°C e si può nuotare anche quando nevica.

Altro centro turistico invernale attrezzato per i più piccoli è Macugnaga (VB) è una località formato famiglia con una trentina di chilometri di piste che risponde ai grandi numeri delle stazioni più famose, giocando alcune carte apprezzatissime dai bambini. Come l’istruttiva ed emozionante Miniera d’Oro della Guia, una galleria di 800 metri (tutti in piano) con ancora gli strumenti dei minatori che ci lavorarono fino a pochi decenni fa.

Oppure come il Museo del Contrabbando, che racconta delle vere e proprie avventure vissute dai nonni degli abitanti del paese inseguiti dalle guardie di confine. Una passeggiata nella neve di appena mezzora porta al Lago delle Fate, luogo magico, come dice il nome, e con un comodo rifugio sulla riva.

Queste due località detengono dunque un primato invidiabile: la presenza maggiore di baby-turisti (bambini dai tre ai dieci anni). Non solo le strutture ricettive o le piste da sci attrezzate e con valenti maestri, ma anche un ambiente stimolante e divertente hanno fatto nei decenni di queste località la meta preferita dalle famiglie. E anche per il 2013 sembra che tale tradizone venga rispettata.