Settimane bianche a misura di bambino sull’Arco Alpino



Crisi o non crisi alle vacanze non si rinuncia, sia in estate che in inverno. E questo è il tempo delle settimane bianche. Quei periodi, tra le vacanze natalizie e quelle pasquali, dove si scelgono dei giorni per andare a divertirsi sulla neve in famiglia, magari anche con i bimbi più piccoli. Ecco alcune proposte che offrono ai turisti tutti i comfort per una vacanza a misura di bambino.

Tra le tante località c’è Torgnon in provincia di Aosta che è cresciuta pensando proprio ai bambini e alle loro esigenze. La stagione sciistica di Torgnon comincia a dicembre per concludersi a primavera. Le infrastrutture del comprensorio sciistico sono dotate anche di una particolare area dedicata ai più piccoli con parco giochi sulla neve e, per i principianti, la presenza anche di un avveniristico tapis roulant.

Le piste (25 km) sono servite da impianti dotati di sistemi di sicurezza su misura per i passeggeri più piccoli ed è sempre molto ricco il programma di animazione. Punto di riferimento è il Winter Park, con spazi attrezzati per le diverse età: la Baby Area è dedicata ai più piccoli con un tapis roulant da 40 metri, scivoli gonfiabili, tyrolienne, altalene, tappeti elastici, rotocubo, giochi morbidi e una pista miniquad;

nella Fun Area c’è un tapis roulant da 140 metri che serve un campo scuola e diverse piste per ciambelloni, slittini e bob; nella Big Air Bag (11×15 metri) i più capaci si scatenano in evoluzioni con sci, snowboard e tubby.

A Bormio invece c’è il Gormiti Park. E’ il luogo giusto per divertirsi. Qui si possono fare discese con slittini ma anche muovere i primi passi sugli sci con i maestri della Scuola Sci Nazionale Bormio. I più piccoli, da tre anni, e freddolosi vanno al Kindergarten di Bormio 2000, gestito dalla scuola Contea di Bormio, che dispone di un ampio spazio al coperto dove si gioca e si può anche pranzare.

Poi tutti all’Husky Village di Arnoga, per provare l’ebbrezza dello sleddog, la slitta trainata dagli husky. I ragazzi sopra i 13 anni possono anche provare a guidare i cani.A chi ama ancora il brivido dell’avventura non resta che andare a Livigno. Non manca proprio niente, tra arrampicate sul ghiaccio con le guide, corsi di snowboard, evoluzioni sugli alberi al Larix Park o passeggiate sulla neve in sella a un pony.

Naturalmente si può “anche” sciare lungo i 100 km di piste della località, se necessario affidandosi ai maestri del Kinder Club Lupigno o del Kindergarten M’eating Point Mottolino
Sull’Altopiano della Paganella i bambini trovano ad aspettarli 100 maestri di sci tutti per loro oppure, se non sciano ancora, c’è Mary Poppins in persona che qui gestisce un asilo.
Insomma per i grandi e i piccini non esistono scuse per non andare in vacanza nelle zone sciistiche più belle del nostro Nord Italia.