Il Centro internazionale del libro parlato “A. Sernagiotto” di Feltre



Come fornire ai non vedenti la possibilità di conoscere opere da loro scelte e non ancora tradotte in Braille? Creando dei libri da ascoltare. Sembrava quasi un’ utopia circa trenta anni fa, ma oggi è una biblioteca conosciuta e apprezzata anche all’estero. Si tratta del Centro internazionale del libro parlato “A. Sernagiotto”, fondato nel 1983 a Feltre (Belluno) dal maestro Gualtiero Munerol.

Per capire l’importanza del servizio offerto bastano poche cifre: sono 11 mila i libri registrati presenti in catalogo, dalla narrativa alla saggistica, dalla manualistica a testi in lingua straniera. A questi ogni anno se ne aggiungono 1.100.

Al Centro si rivolgono esclusivamente non vedenti, ipovedenti, dislessici, distrofici, anziani, malati terminali e tutti coloro per i quali la lettura in modo tradizionale non è possibile; così pure vari enti, come scuole di ogni ordine e grado, biblioteche, case di riposo, A.S.L., amministrazioni comunali, istituti specializzati all’assistenza dei disabili.

Dal 1996, il Centro è un’Associazione ONLUS, con lo scopo di assicurare costantemente e con qualità la gestione di questa grossa attività. I servizi offerti sono molteplici, per poter coprire a largo raggio ogni singola esigenza.

E a Natale potete fare un bel regalo: donare la vostra voce. Chiunque può diventare un donatore di voce per il progetto della biblioteca. I donatori di voce sono circa 300 volontari, sparsi su tutto il territorio nazionale, suddivisi secondo le loro competenze professionali, che dedicano costantemente alcune ore della settimana per la registrazione di opere specificatamente richieste, spazianti in ogni campo culturale (dalla filosofia alla scienza, dall’elettronica alla letteratura).

Chi può diventare donatore di voce?
Tutti coloro che possono dedicare gratuitamente e costantemente alcune ore libere alla settimana per questa attività, nel rispetto dei tempi assegnati dal Centro, in questo modo sarà possibile consegnare ai nostri utenti gli audiolibri in tempo utile.

Prerequisiti artistici:
Per diventare donatori di voce è necessario possedere una lettura chiara, espressiva, non monotona, non declamatoria; Possedere la capacità di modulare la voce cambiando il tono quando necessita: il rispetto della punteggiatura assume un ruolo importantissimo nella gradevolezza di ascolto.
Per conoscere come fare per diventare un donatore di voce volontario potete visitare il sito www.libroparlato.org