La città dei presepi: Calenzano

E’ ormai Natale e come vuole la tradizione italiana in molte case, accanto all’albero, si prepara il presepe. Come si sa questa tradizione risale al tempo di San Francesco, che per primo volle riprodurre il grande evento della nascita di Gesù ricreando l’atmosfera e la gioia di quel tempo.

Esattamente nel 1223, il santo patrono d’Italia preparò una greppia con fieno, e accanto al bue e all’asinello che riscaldavano con i loro fiati il bambinello Gesù, celebrò la S.Messa al cospetto di tanti fedeli accorsi da tutte le parti. Questa si può dire fosse stata la prima rappresentazione vivente di un evento realmente accaduto.

Ebbene in Italia c’è la città dei presepi: Calenzano, in provincia di Firenze, che ospita da anni la grande mostra “Calenzano, città dei presepi” presso lo St.Art Eventi di Via Garibaldi dal 23 Dicembre 2012 al 6 Gennaio 2013, promossa dal Comune con l’organizzazione dell’Associazione Turistica ed il Patrocinio dell’Associazione Nazionale Amici del Presepio di Roma , Regione Toscana e Provincia.

Il visitatore sarà attratto e coinvolto divenendo lui stesso protagonista di innumerevoli presepi talvolta anche stravaganti o in molteplici manufatti, dalla terracotta al ferro, alla carta, legno, collocati in Chiese, piazze, tabernacoli e punti più curiosi suscitando emozioni in una sorta di mappa-percorso di una città del presepio. L’evento infatti si svilupperà anche al di fuori delle mura espositive allargandosi in tutte le frazioni del comprensorio Calenzanese e dentro le mura del Castello di Calenzano Alto.

La maestria dei presepisti proporrà al pubblico oltre Smila statuette di tutte le fatture e ambientazioni, tipiche delle fabbriche della Lucchesia. Proprio alla Lucchesia sarà dedicato un importante settore e non ci si limiterà a far ammirare e mettere in mostra solo “natività” ma ci si soffermerà per far scoprire ai visitatori anche l’affascinante storia del

“ Presepe e i suoi personaggi “ in un percorso scientifico e storico attraverso appunto le statuette che rappresentano mestieri, i pescatori, contadini, la vita del mare, i venditori dei mercati, delle taverne, pastori, greggi, animali, fattorie. In più un regalo per tutti: il catalogo (gratuito) contiene un presepio da ritagliare e conservare.