Natale a Gallipoli



Gallipoli, città viva e vitale nel periodo estivo, dispensa gioia e serenità anche durante le vacanze natalizie. Una serie di concerti, mostre-mercato, presepi e prodotti gastronomici animano il clima della festa più attesa dell’anno.

Dal 25 dicembre al 6 gennaio si possono visitare i presepi artistici e tradizionali allestiti in tutte le chiese parrocchiali di Gallipoli e in alcune sedi delle confraternite del centro storico, ma anche in zone come Lido San Giovanni col presepe dell’associazione “Conca d’oro”.

Per gli amanti della cucina salentina c’è “Sapori in festa”, al Mercato coperto “Delizie in festa”, in collaborazione con l’associazione dei ristoratori del Salento “Cibusalento”.
E poi i concerti. Domenica 23 dicembre nel piccolo e splendido teatro Garibaldi alle 20,30 si esibirà il chitarrista Danilo Legari;

mercoledì 26, ore 19,30 nella sala Coppola concerto di pianoforte del maestro Luigi Solidoro; giovedì 27 ore 19,30, nel Mercato coperto “È Natale ancora…” concerto di musica natalizia dell’orchestra di fiati “Filarmonica Città di Gallipoli”; venerdì 28, ore 21,30 in piazza Tellini concerto di Michele Cortese (ex Aram Quartet); sabato 29, ore 20,30 nel teatro Garibaldi “Omaggio ad Astor”, concerto di Shurhuq Ensemble diretto dal maestro Dino Scalabrin con la voce di Rachele Andrioli.

Ma la musica non si ferma qui. Domenica 30 alle 20 sul lungomare Galilei, incrocio via Cordova, “Fiamme di stelle”, concerto di pizzica salentina del gruppo “Schiattacore” e musiche e farse in vernacolo a cura dell’associazione “Ampalea dei leoni”.

La stessa associazione replicherà lunedì col concerto “Mistura louca”, cover Band dei “Manu Chao”. Il programma prosegue mercoledì 2 gennaio nel santuario del Canneto con il concerto della Scuola di musica Filarmonica Città di Gallipoli. Infine sabato 5 gennaio Mimì Petrucelli terrà il concerto “Zero….in condotta” con le cover di Renato Zero.

Come tradizione non mancherà nella notte del 31 dicembre l’atteso e spettacolare sparo del “Pupu”, ovvero del vecchietto che simboleggia l’anno appena passato e che brucia con tutte le sue cose cattive. Un rogo che scalda e rinforza le coscienze, in attesa di un nuovo anno migliore.

Come già in passato l’associazione “Gallipoli Nostra” ha organizzato per il giorno del 31 la visita itinerante dei pupi di S. Silvestro, un percorso in pulmino che porterà i turisti in giro per la città. Un’occasione anche per conoscere ed apprezzare le tante bellezze artistiche e storiche della cittadina, ovviamente illustrate da esperte guide.