Festa del Torrone a Cremona

Festa del Torrone a Cremona


torre cremonaCremona e l’origine del torrone

Non si possono chiamare feste natalizie quelle dove sulle tavole imbandite manca il torrone.

Un piacere per tutti i palati, visto che le varietà sono numerosissime.

Il torrone è indiscutibilmente una specialità artigianale di pasticceria e insieme industriale di diversi tipi: ci sono i torroni duri, morbidi, al cioccolato, alle mandorle, con le nocciole, con la frutta candita …

A rivendicare la sua nascita c’è la  Francia, dove si chiama Nougat, ma le origini secondo un celebre racconto sono italiane.

Si narra che nel 1441 a Cremona nel corso del banchetto nuziale di Bianca Maria Visconti con Francesco Sforza, il pasticcere di corte abbia riprodotto con l’impasto di mandorle, miele ed albume il Torrazzo da Cremona.

Ecco da dove il torrone trae orìgine sia per il nome che per il legame con la città.

Nel libro del cuoco piemontese Antonio Vialardi, pasticcere e chef di casa Savoia, scritto nel 1854, viene fornita la prima ricetta per la preparazione di questo dolce, che si può consumare tutto l’anno,  ma generalmente nelle feste di Natale.

Si può tagliare a scaglie, facendo bene attenzione ai denti, oppure tagliarlo in modo molto fino per aggiungerlo nelle preparazioni ad un altro torrone, magari con la crema pasticcera, alla panna montata, perché no, anche amalgamato con una meringa rotta con la panna montata.

Chi desidera può farcirci le torte, l’impasto più adatto è il pan di spagna, oppure aggiungerlo a gelati e a dolci al cucchiaio, come la panna cotta.

Non dimenticate di farvi regalare o di acquistare il coltello per il torrone. Ideale è quello venduto con il tagliere in legno annesso: ha la forma adatta per ospitare le tavolette di torrone e…buon appetito!

La Festa del Torrone a Cremona

La città di Cremona ogni anno, nella seconda metà di Novembre,  ospita una delle feste più belle e popolari d’Italia: La Festa del Torrone.

Le due “sorelle” (Milano e Cremona)  si trovano insieme per festeggiare il matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti.

L’evento affonda le proprie origini nella storia della città. Era infatti il 1430 e Bianca Maria Visconti aveva solo cinque anni quando divenne ufficialmente la fidanzata del ventinovenne comandante Francesco Sforza.

Fu in questa occasione che Filippo Maria Visconti offrì allo Sforza Cremona e le altre terre come anticipo sulla dote di nozze e in cambio dei suo servigi. Il 25 ottobre 1441 Filippo Maria Visconti concluse infine le trattative per le nozze di sua figlia con lo Sforza.

Nel giorno prefissato la sedicenne Bianca giunse nel cuore di Cremona, per celebrare le sue nozze, vestita di rosso, il colore zodiacale dell’ariete, cavalcando un cavallo bianco con la gualdrappa d’oro. La stessa scena rivivrà in un affascinante corteo in costumi d’epoca, composto da oltre 140 figuranti.

Maggiori informazioni le trovi su http://www.festadeltorrone.com

Riporto come testimonianza storica, alcuni report dalle passate edizioni a cui ho partecipato

Edizione del 2012

Quest’anno dal 16 al 18 Novembre le strade e le piazze di Cremona saranno animate da eventi, spettacoli e degustazioni.

Tema dell’edizione del 2012 è la dolcezza, oltre 60 iniziative tra giochi, momenti di intrattenimento, appuntamenti culturali ed enogastronomici pensati per celebrare il binomio torrone-dolcezza, in una magica atmosfera ricca di storia e tradizioni.

Uno dei momenti più attesi soprattutto dai giovani è per sabato 17 novembre alle ore 18.30 presso il caffè del teatro “A. Ponchielli” quando il protagonista della serata sarà Frankie HI-NRG MC. Rapper, musicista, autore, fotografo: un artista dalle mille sfaccettature da vent’anni sulla cresta dell’onda. Un incontro per parlare di sé, della musica e del suo impegno sociale e civile assieme a Stefano Rocco, giornalista musicale tra i fondatori del celebre portale Rockit.it.

All’artista per il suo impegno sociale e civile, la città di Cremona e la Festa del Torrone gli consegneranno un riconoscimento speciale.  Altro riconoscimento sarà assegnato con il “Torrone d’Oro” al famoso giornalista e brillante scrittore Beppe Severgnini, originario di Crema e quindi eccellenza del territorio cremonese.

Il premio gli verrà consegnato domenica 18 nel pomeriggio in due momenti: il primo nella Sala Quadri in Palazzo del Comune alle ore 14.30, alla presenza delle autorità isituzionali e della stampa, mentre il secondo sul palco centrale di Piazza del Comune alla presenza di tutti i visitatori della kermesse, a cui Severgnini avrà modo di raccontarsi.E poi la rievocazione storica che vede unite le città di Milano e Cremona.

Dame, cavalieri, giullari e sbandieratori sfileranno, in preziosi abiti rinascimentali, sabato 17 novembre partendo da Milano: lungo le vie del centro, dal Castello Sforzesco, da dove il corteo partirà alle ore 10.30, fino a Piazza Duomo, per poi accompagnare Bianca Maria, dopo il saluto e la benedizione del padre, nel suo viaggio verso Cremona.

La sfilata proseguirà nel pomeriggio dello stesso giorno sulla piazza di Cremona appunto in occasione della Festa del Torrone. Festa che stupira ancora con sorprese e novità tutte da scoprire.

Edizione del 2010

Torna anche quest’anno la festa che rende Cremona la città più ricca di dolcezza e croccantezza, cioè Festa del Torrone di Cremona – “Torrone & Torroni” (dal 19 al 21 Novembre). La festa vedrà un calendario ricco di appuntamenti dove il torrone cremonese sarà protagonista indiscusso. A inaugurare i giorni di festa
C’è la consueta, quanto celebre rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza, signore di Milano (buon governante, spesso citato nel Principe di Niccolò Machiavelli come esempio di buon governo e come monito contro l’uso di truppe mercenarie) e Bianca Maria Visconti.
Come nelle scorse edizioni, anche quest’anno tra applausi e ringraziamenti sarà assegnato il Torrone d’Oro ad un personaggio cremonese di popolarità nazionale.
La festa vedrà molti appuntamenti gastronomici, come “Alta Cucina al torrone” in cui un famoso chef farà gustare al pubblico creazioni a base di torrone figlie dell’ata cucina creativa.
“Violino in barrique” è, invece, l’incontro-degustazione che si terrà in una location inedita, una liuteria: un maestro liutaio e un esperto sommelier illustreranno come il legno sia complice sia nel processo di produzione di alcuni vini, sia nella costruzione degli strumenti della famiglia del violino. Una sorta di gemellaggio fra musica e vino. Molti saranno, comunque, gli appuntamenti dedicati alla musica e al violino, elementi che caratterizzano questa città.
Non mancheranno i laboratori dedicati ai bambini, in vari punti della città.

Edizione del 2007

Torna per il sesto anno consecutivo la Festa del Torrone “Cremona La Dolce”. Il dolce evento si svolgerà il 17 e il 18 novembre.

Record per la passata edizione con 80.000 visitatori, 18 tonnellate di torrone venduto e 80 espositori. Quest’anno la Festa del Torrone – che ha il suo cuore nella Piazza del Comune di Cremona – ospiterà una serie di iniziative culturali, gastronomiche e spettacoli. Un omaggio al dolce natalizio e anche alla Cattedrale della città, edificio che quest’anno festeggia i suoi 900 anni di vita.

Il tema di questa edizione è il Dolce Vivere insieme allo spirito della celebrazione del mondo gastronomico e della cultura del vivere bene.

Sperlari sarà una delle principali protagoniste dell’evento. Sua l’imponente scultura, interamente di torrone, che andrà ad avvicinarsi alla Facciata della Cattedrale di Cremona. Il lavoro finale sarà presentato ufficialmente domenica 18 novembre alla presenza delle Autorità Cittadine e dell’Amministratore Delegato di Sperlari.
Inoltre Sperlari proietterà un video che racconterà in immagini le “eccellenze” della Città di Cremona: la Cattedrale, il Torrone, il Violino, la Musica.

Per concludere i due giorni di kermesse, sarà attiva La Fabbrica del Torrone in Piazza Duomo, una vera mini-fabbrica con macchinari d’epoca, per mostrare il tradizionale procedimento produttivo del dolce natalizio.