In bici nella Franciacorta



Gli appassionati delle due ruote hanno un luogo in Italia dove le piste ciclabili sono numerosissime e ben strutturate: la Franciacorta, in provincia di Brescia. I percorsi della Strada di Franciacorta che si snodano ad anello dal Lago d’Iseo a Brescia. Da piazza della Loggia a Brescia parte questo itinerario che, attraverso la Franciacorta, giunge fino a Paratico sul Lago d’Iseo. Le numerose indicazioni consentono di uscire tranquillamente dalla città e raggiungere Cellatica e Gussago. Giunti a Rodengo Saiano si consiglia una visita al complesso monastico dell’Abbazia di S. Nicola.

La pedalata prosegue fra campi coltivati fino ad arrivare nel centro di Paderno. Un lungo viale di querce e tigli conduce poi dinnanzi al castello di Passirano e, attraversando una zona collinare coltivata a vigneti, si arriva a Monterotondo e successivamente a Provaglio d’Iseo. Superata la zona industriale e giunti al crocevia con il Santellone, si prosegue a sinistra fino alla ferrovia.

Dopo il passaggio a livello, sulla destra, uno sterrato consente di godere da vicino del magico paesaggio della Riserva Naturale delle Torbiere: vigneti e canneti intorno ai laghetti avvolgono di un particolare fascino il silenzioso passaggio della ciclabile fino all’incrocio con la provinciale per Iseo.

Attraversata la provinciale si arriva nella frazione di Cremignane dove appare finalmente il lago. Una tranquilla strada di campagna conduce a Clusone: all’inizio del lungolago, si erge maestoso il castello del Carmagnola.

Ritornati sulla provinciale, percorrendo la ciclabile si arriva a Paratico. Il ponte di collegamento con Sarnico annuncia la fine del lago e del percorso: non resta
che girare la bicicletta e tornare in città.

In tempo reale si possono avere tramite connessioni wi-fi gli indirizzi di ristoranti, produttori di olio, formaggi, salumi, delle cantine, oltre a video e immagini dei luoghi d’arte. Poi, per riprendersi dalle fatiche, perfetta la Spa Espace Vitalité Henri Chenot dell’Albereta Relais & Chàteau.

Qui si possono incontrare specialisti di diverse discipline per effettuare, magari, un check-up in vista dell’autunno. La Spa è immersa nel Parco delle Sculture che, ogni prima domenica del mese e su prenotazione, apre a tutti gli appassionati dell’arte.
Un viaggio dunque per gli amanti delle due ruote e della vita all’aria aperta, senza trascurare l’arte e la cultura.