Venezia ospita tre mostre dedicate ad artisti contemporanei



A Venezia tre mostre in contemporanea propongono ai visitatori opere uniche e parzialmente inedite di grandi autori.

La voce delle immagini è una mostra dedicata alle forme in movimento. Film, video, installazioni di 25 artisti contemporanei formano un percorso che mette in luce la grande varietà dei media e le loro diverse modalità di relazionarsi allo spazio e al tempo della società di oggi. La mostra è allestita nel Palazzo Grassi fino al 13 gennaio.

Inoltre da pochissimi giorni Venezia ha un nuovo spazio espositivo: Le Stanze del Vetro, progetto rivolto allo studio e alla valorizzazione dell’arte vetraria veneziana del ‘900. L’apertura è affidata alla mostra Carlo Scarpa. Venini 1932-1947, che ricostruisce in oltre 300 opere il percorso creativo dell’architetto e designer negli anni in cui fu direttore artistico della vetreria Venini. Questa mostra sarà visitabiole nei locali della Fondazione Cini fino al 29 novembre.

Infine da non perdere sono le   mostre   Aldo    Rossi.    Teatri    e Lacerazione. Plurimi / Binari ’77/’78 che propongono il meglio della produzione artistica di due grandi artisti italiani del ‘900. Di Aldo Rossi sono visibili quasi 120 tra studi, schizzi, modelli, oggetti riguardanti il teatro.

Le opere di Emilio Vedova, esposte nello stesso luogo in cui sono state concepite, esprimono in pieno la poetica del pittore veneziano basata sul disagio esistenziale.
La location scelta per queste mostre è il Magazzino del Sale e lo Studio Vedova, fino al 29 novembre.