Isole Tremiti, muse ispiratrici di poeti e artisti

Tremiti

Tramonto dalla Tagliata, foto di Cristina de Vita, concessa da viaggiareinpuglia.it

Il grande cantautore Dalla le sceglieva per riposare e per farsi ispirare. Grandi poeti e scrittori prima di lui le scelsero per aprire i loro cuori e le loro menti. Sono le isole Tremiti. Il loro arcipelago  è formato da quattro isole e due scogli, Cretaccio e Vecchia. L’isola più grande è San Domino ed è particolarmente verde; l’unica che presenta un centro abitato è San Nicola, con l’antica fortezza e le strutture abbaziali; la più brulla Capraia; la più lontana l’isola di Pianosa.

È possibile visitarle grazie a un servizio di traghetti che giornalmente salpa dal porto di Vieste. Nonostante l’ingente afflusso turistico durante i mesi di luglio e agosto, le Tremiti hanno conservato intatto il loro patrimonio naturalistico. Sono un vero e proprio paradiso per coloro che amano le immersioni.

I fondali sono splendidi, con spugne colorate e alghe verdissime. Sull’isola di San Domino da non perdere le famose grotte marine. Per chi invece preferisce la terra ferma, non mancano le attrattive naturalistiche e quelle artistiche. Sull’isola di San Nicola la chiesa di S. Maria a Mare  risalente all’XI secolo, venne modificata nel XV e di seguito nel XVIII secolo. Bella la facciata rinascimentale e notevoli i mosaici  che decorano parzialmentìl il pavimento all’interno.

A San Domino si approda per le vegetazione lussureggiante, mentre a Capraia dicono che  porti fortuna passare sotto l’Architiello e far visita al monumentale grottone, alto 25m L’isola di Pianosa è piatta e completamente disabitata. Sono vietate tutte le attività marine compresa la balneazione.

Pur rientrando territorialmente nella provioncia di Foggia, le isole sono protette e monitorate dalla capiteneria di porto di Termoli.