Il Ballons Festival di Ferrara

Il  Ballons Festival di Ferrara


La mongolfiera è uno dei mezzi di trasporto più antico e affascinante, che ricorda fatti storici importanti. Ma soprattutto oggi è un piacevole mezzo per il divertimento di bambini e adulti.

Il Festival è pensato e studiato a misura di bambino: sono molteplici le aree create per soddisfare le esigenze ludiche e cognitive dei più piccoli. Infatti è prevista un’area di oltre 5.000 mq interamente dedicati ai bambini con: ponte tibetano, 15 diversi giochi gonfiabili, 3 tappeti gonfiabili, percorso sulla sicurezza stradale.

Il Festival è nato tra  Provincia e Comune di Ferrara e include manifestazioni aerostatiche, sportive, culturali e di spettacolo, incontri e animazioni a due passi dal centro storico di Ferrara, gioiello del Rinascimento e Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Le mongolfiere volteggiano nei cieli con il loro pallone coloratissimo e gonfio, visibile a centinaia di metri di distanza. Per loro, perchè non perdano il loro fascino e anche il loro inconfondibile stile, è stato pensato un Festival.

In programma decine di manifestazioni con e per la mongolfiera. Eventi, intrattenimento, shopping, promozioni, team building, sport e spettacoli destinati a grandi e piccini. Ovviamente sarà possibile salire a bordo di questi palloni volanti e magari farsi un bel giro, accompagnati da guide esperte. Il Ferrara Balloons Festival si tiene ogni anno a settembre. Per conoscere in dettaglio il programma degli eventi si può consultare il sito dedicato www.ferrafestival.it , una sorta di anteprima virtuale, capace di gettare i visitatori telematici nell’atmosfera e nello spirito delle mongolfiere e della loro festa.

Iniziamo nel 2008

Le mongolfiere, che nel 2007 hanno attirato al Parco Urbano Giorgio Bassani 350mila persone, dopo un anno di riposo o di voli in giro per il mondo, sono tornate dal 19 al 28 settembre 2008 a colorare il cielo della città estense in occasione della nuova edizione del Ferrara Balloons Festival.

Poiché gli ingredienti di una ricetta vincente non mancano mai nella cucina dei grandi chef, l’evento del 2008 ha rimesso sul piatto molti degli elementi che hanno contribuito a costruire il successo degli anni passati. Con qualche conferma e importanti novità.

Tanto per cominciare, a sancire una reciproca stima fondata sul comune amore per l’aria e per la scoperta degli angoli del cielo, anche nella quarta edizione la Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori, che ha riscosso tanta ammirazione dalla folla entusiasta accorsa all’Aeroporto , è stata protagonista di un’esibizione nei cieli di Ferrara. L’evento è poi rientrato, negli anni successivi, nel programma del Festival, che sabato 27 settembre ha avuto il piacere di ospitare per il secondo anno consecutivo il Display completo della PAN e che per tutta la durata della manifestazione ha visto la presenza al Parco di un vero MB 339, l’aereo delle Frecce, e di un simulatore di volo.

Decine sono state le mongolfiere tradizionali e ben 13 le Special Shapes, mongolfiere dalle forme strane e divertenti, che hanno portato tra le nuvole anatre giganti, palazzi galleggianti, frutti ed enormi animali, provenienti da ogni parte d’Europa. Da New York arrivò persino una Vecchia Fattoria volante…mongolfiere

Lo sport è stato poi l’altro indiscusso protagonista del Festival che celebra il volo. L’arena dedicata all’espressione di tutte le discipline immaginabili ha puntato ancora una volta l’occhio di bue su una passione che si dirama e che coinvolge praticamente ogni essere umano. Molti atleti sono stati ospiti della manifestazione, che ha visto l’allestimento, nella nuova edizione, di un villaggio dello sport addirittura triplo rispetto a quello presente nel 2007.

Un frammento di spiaggia è stato allestito nello spazio del festival, dove un’area sabbia è diventata il teatro di esaltanti sfide di beach volley, beach tennis e beach rugby, impreziosite dalla visita di campioni internazionali. E poi ancora golf, arti marziali, danza, ciclismo, volley, rugby, squash, calcio a 5, e tutti gli sport.

La pallacanestro è salita sul piedistallo, con due basket days che hanno avuto come ospiti d’onore i giocatori della Carife, neopromossa in A1, mentre l’atletica, con la conferma della tappa di Gazzetta Run, è stata celebrata il 28 settembre, giorno di chiusura del Festival. Infine, all’inaugurazione del Festival, un’imperdibile serata dedicata alla ginnastica, con la straordinaria partecipazione delle due squadre nazionali di Artistica e Ritmica, nel 2008 appena tornate da Pechino!ferrara

Lo sport ha contagiato anche le proposte che i palloni hanno rivolto ai più piccoli e alle scuole, per i quali non solo vennero allestiti  l’area villaggio con gonfiabili, percorsi speciali, animazione, il PalaBabyBallons, kindergarten dedicato al volo, e la possibilità di visitare tutte le strutture del Festival, ma sono state anche organizzate, grazie ad un accordo col Provveditorato agli Studi di Ferrara, lezioni di educazione fisica al parco, all’ombra delle mongolfiere.

In collaborazione con l’Università di Ferrara, la creazione di un parco aerostatico è poi stato scelto come tema di un esame di architettura. Negli spazi del Festival, è stata allestita una mostra dedicata ai progetti degli studenti, che il pubblico ha potuto votare, decretando così il vincitore del concorso, che si è aggiudicato un volo in mongolfiera.phoca_thumb_l_night glow 06-09 francesca 248

Sempre in quest’edizione 2008, sono tornate le dimostrazioni spettacolari di varie discipline, la musica e i concerti dal vivo, i grandi convegni e le conferenze, la ricostruzione de “La Città Magica”, un villaggio rinascimentale con giochi e esibizioni a cura del Palio di Ferrara, e poi shopping, ristoranti, la straordinaria collaborazione con “Italia in Miniatura” e “Canevaworld Resort”, visite guidate alla città, escursioni in bicicletta e in motonave sul Po, e tanto altro…

Persino volare, il sogno segreto dell’essere umano, è stato nuovamente possibile: il Festival ha offerto quell’anno l’opportunità di librarsi in aria sopra i tetti di Ferrara a bordo di una mongolfiera, prenotando a pagamento e previo contatto con l’agenzia Link Tours, il proprio appuntamento con le nuvole oppure di provare gratuitamente l’ebbrezza di un ‘ascensore aerostatico’ in grado di salire fino a 25 metri di quota ancorato al terreno del Parco. L’esperienza dell’aria non conosce limiti ed ogni sua forma d’espressione, dall’aliante, all’aereo, fino al paracadute, è stata rappresentata e sperimentabile al Festival.

Edizione 2015

Il programma dell’edizione 2015 che si è svolto dall’ 11 al 20 settembre, è stato ricchissimo ed è piaciuto molto al pubblico.
Le mongolfiere, hanno spiccato il volo in due sessioni giornaliere (7.30 e 17.30), mentre nelle notti di Sabato 12 e 19 Settembre sono state illuminate a suon di musica durante l’emozionante “Night Glow”. “Giganti dell’aria” a parte, l’agenda del Festival sarà, com’è tradizione, all’ insegna dello sport: grazie alla collaborazione del CONI – Comitato Regionale Emilia-Romagna, nel Villaggio dello Sport si alterneranno le esibizioni di svariate discipline, mentre nell’area droni è stato possibile effettuare prove di pilotaggio con i doppi comandi e ammirare le dimostrazioni tecniche dei maggiori esperti del settore.
elicotteroSe non sono mancati gli stand dove fare shopping, ristorarsi e giocare (come nell’area di Renault Franciosi, gold sponsor della manifestazione), il Villaggio dei Bambini ha offerto ai più piccoli gonfiabili, tappeti elastici, tiro a segno, pony e cavalli, motoquad e motonautica con bolle, il ponte tibetano e numerosi laboratori didattici.
Come da tradizione i militari dell’Aeronuatica e i carabinieri, hanno intrattenuto gli spettatori con performance ad alto tasso di suspense. E, sempre a proposito di esibizioni da brivido, sul Parco urbano sono tornati a lanciarsi anche i paracadutisti della A.S.D. Scuola Paracadutismo Ferrara e il Team Paramotoristi Audaci.

Clicca qui per scoprire e prenotare i migliori Hotel a Ferrara