Emilia Romagna si conferma regione leader nel turismo

La regione Emilia Romagna si attesta tra quelle, in ambito europeo, più frequentate dal turismo interno e internazionale. Anche nel 2012 dunque, nonostante la crisi economica, il turismo in questa regione ha tenuto, registrando addirittura un aumento di presenze in alcune zone. Il tanto temuto calo anche a causa del terremoto non c’è stato. Anche la provincia di Bologna ha sostanzialmente confermato il flusso degli anni precedenti.

I dati dei flussi turistici nella provincia di Bologna da gennaio a giugno dimostrano una tenuta del territorio nel suo complesso, ma non mancano anche, in diverse zone, numeri in crescita, in alcuni casi anche molto significativa. Risultati particolarmente apprezzabili specie se confrontati con i dati nazionali.

Ecco i risultati resi noti dalla Provincia di Bologna.
-il territorio provinciale registra un -1,67% di arrivi e un -0,98% di presenze;
-Bologna capoluogo un -1,50% di arrivi e un -1,11% di presenze,
-il Circondario imolese vede una crescita del 2,49% di arrivi e 5,23% di presenze,
-Imola città cresce del 4,98% negli arrivi e del 3,43% nelle presenze.

Il dato arrivi indica il numero di persone, mentre le presenze si riferiscono al numero di pernottamenti.
Molto positiva la crescita di Lizzano e Porretta nei mesi di maggio e giugno, anche se rimangono negativi i dati complessivi del periodo gennaio-giugno, dovuti in particolare alla situazione meteorologica di inizio anno. Lizzano registra un -10,20% di arrivi e un -12,82% di presenze nei primi 6 mesi dell’anno, mentre molto positivi risultano gli ultimi due mesi.

Stesso trend per Porretta che registra complessivamente un -6,48% di arrivi e un -5,15% di presenze, ma positivi sono sia maggio che giugno se confrontati con i medesimi mesi del 2011, grazie anche al buon lavoro della nuova gestione delle Terme.
Alla Provincia di Bologna compete per legge l’elaborazione dei dati statistici sulla base della comunicazione degli stessi da parte dei gestori delle strutture ricettive.

L’assessore alle Attività produttive e Turismo della Provincia di Bologna Graziano Prantoni ha evidenziato le buone prospettive confermate dai dati. “Dobbiamo lavorare molto anche in modo nuovo – ha sottolineato Prantoni – cercando di fare sempre di più squadra fra i pubblici e i privati del nostro territorio, Regione e APT in testa. Il nostro impegno riguarda anche il Piano strategico metropolitano, nel cui ambito abbiamo presentato diversi progetti di ampio respiro per lo sviluppo del territorio, nella convinzione che il turismo costituisca un’importante opportunità di crescita e sviluppo dell’area metropolitana”.

Dunque avanti così, sperando che la prossima rilevazione, che contiene i dati da luglio a dicembre, sia all’insegna del segno positivo, e non solo per l’Emilia Romagna, ma per l’Italia tutta.