Sagra della Fragola a Marsiliana (GR)

La Sagra della fragola è una fiera paesana che si svolge ogni anno, dal 1974, a Marsiliana, piccolo borgo nel comune di Manciano, in provincia di Grosseto.

Dal 18 al 20 e dal 25 al 27 maggio 2012 si svolgeranno manifestazioni, degustazioni e concerti in onore del frutto di stagione più atteso: la fragola.

Ogni anno la sagra richiama migliaia di persone da tutto il grossetano e non solo.
Dopo il Madonnino è la sagra più importante per popolarità e affluenza di pubblico della provincia di Grosseto.

Ogni sera è previsto uno spettacolo dal vivo o un orchestra musicale fino a tarda notte.
La sagra si concluderà domenica 27 maggio con un entusiasmante spettacolo pirotecnico.
La fragola è un frutto che già gli antichi gradivano e degustavano in banchetti tra nobili o plebei.

Ne dà testimonianza lo scrittore Plinio, il quale ricorda che la fragola di bosco è chiamata “Fragaria vesca” per la sua consistenza molle. Nell’antica Roma veniva considerata afrodisiaca, e posta al centro della celebrazione in onore di Adone, perché identificava le lacrime versate da Venere sulla sua tomba.

Durante il Medioevo, per la forma e il colore, fu chiamato il  “frutto cuore”, in quanto cibo capace di placare le passioni d’amore.
Nel ‘600 poi le fragole divennero la golosità prediletta di Shakespeare che le chiamava  “cibo da fate”.

Anche il Re Sole ne era ghiotto. Sembra che alla corte del monarca francese i frutti di Venere fossero al centro di giochetti amorosi. La dama invitava il cavaliere al tenzone notturno mangiando lascivamente fragoline arricchite di zucchero e panna.

La prima tecnica di coltivazione della pianta fu per mano dei giardinieri di  Luigi XIV ,  a Versailles, in Francia.

In Italia dal ‘700 in poi ha avuto una crescente diffusione e oggi è coltivata in molte realtà territoriali un po’ in tutte le regioni.