Marion Richardson Taylor al Guggenheim di Venezia



La famosa collezionista di opere d’arte Peggy Guggenheim ha vissuto a Venezia dal 1949 al 1979, anche se naturalmente, in quegli anni ha continuato a viaggiare per il mondo e ad arricchire la sua già ricchissima collezione con opere dei maggiori pittori e scultori. Proprio dalla sua inesauribile passione escono ora le opere per la prima mostra monografica che la Fondazione Peggy Guggenheim di Venezia presenta dei lavori di Marion Richardson Taylor, un’artista scomparsa nel 2010, ma che nel corso di lunghi anni di lavoro ha esplorato molte forme espressive e ha attraversato tante correnti culturali, spesso e solo apparentemente in contrasto tra loro.

I suoi lavori vanno dai murales di contenuto espressionista astratto fino alle nature morte cubiste. Per cogliere l’essenza delle sue sperimentazioni, la Taylor ha viaggiato e soggiornato a lungo in tanti Paesi di differenti continenti, dalla Spagna all’Egitto, dal Giappone alla Provenza, lasciandosi ogni volta contaminare dall’arte e dalla cultura dei luoghi.

Per vedere da vicino le opere di Taylor c’è tempo fino al 6 maggio 2012, ovviamente presso il Museo Guggenheim di Venezia.