Teatro Duse, spettacoli e impegno civile per il 2012

Dopo il periodo burrascoso e il rischio di una chiusura definitiva, per fortuna definitivamente scongiurato, ritorna al suo antico splendore il Teatro Duse di Bologna. Un ricco programma è stato allestito per il 2012 e già se ne vedono i risultati. Grande partecipazione di pubblico e richiesta di abbonamenti per molti spettacoli in cartellone. Ecco alcuni degli spettacoli in programma nelle prossime settimane.

Dal 29 febbraio al 4 marzo torna in esclusiva regionale il celebre clown Slava, mentre il 7 marzo la Compagnia italiana di Operette presenterà “La vedova allegra”. Il 10 marzo appuntamento in prima nazionale con la Limón Dance Company con uno spettacolo di modern dance. Dal 16 al 18 marzo sarà poi la volta della “Medea”, interpretata da Pamela Villoresi e David Sebasti;

seguirà, dal 23 al 25 marzo, Tato Russo nella versione teatrale de “II fu Mattia Pascal” di Luigi Pirandello e, il 30, Giuseppe Battiston in “18 mila giorni – II Pitone”, accompagnato dal cantautore Gianmaria Testa. La stagione del teatro si concluderà con Carlo Giuffrè in “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo, sul palco dal 27 al 29 aprile.

Molto altro offre il rinato Teatro Duse, soprattutto a chi ama il grande spettacolo della commedia e della drammaturgia. Il teatro mette a disposizione il suo palcoscenico anche per momenti di riflessione su problematiche sociali di particolare rilevanza. Come farà il 21 febbraio proponendo il pubblico incontro con Pietro Grasso, procuratore nazionale antimafia.

Per conoscere in dettaglio tutti gli spettacoli, con date e orari e per i costi del biglietto e degli abbonamenti si può consultare il sito www.teatrodusebologna.it