Visitare lo Juventus Stadium, il futuro dello sport

Visitare lo Juventus Stadium, il futuro dello sport

Un semplice stadio? No, lo Juventus Stadium è un qualcosa di unico!

Inaugurato l’8 settembre 2011, è stato presentato agli occhi del grande pubblico sportivo italiano e della massa mondiale di seguaci del calcio, come il fiore all’occhiello delle strutture sportive italiane.

Stadio sì, ma anche centro sportivo e commerciale, che accoglie un flusso costante di tifosi della Vecchia Signora, ma anche tanti curiosi e appassionati che vivono di calcio.

Quello che è stato realizzato dal punto di vista urbanistico è difficilmente descrivibile, poiché la perfezione è uno dei pilastri portanti su cui poggia l’intera struttura. 34,000 metri quadri di spazi commerciali che proteggono il cuore pulsante dello Juventus Stadium: il campo da gioco.

Una grande struttura destinata ad ospitare i più importanti eventi sportivi, che vedono come protagonista la squadra bianconera di Torino, ma anche uno strumento eccezionale per creare una forte sinergia tra sport e quotidianità. Tutto questo 7 giorni su 7!

Un grande investimento per la Juventus, ma anche un nuovo mezzo sul quale far correre l’economia del capoluogo piemontese. Più di 800 persone che lavorano nel centro commerciale e un flusso di 10.000 e più visitatori giornalieri. Tirate un po’ le somme.

visitare lo juventus stadium

Juventus Stadium: il campo da gioco visto dalle tribune (foto forzaq8 CC BY 2.0)

Juventus Stadium: una fortezza di enorme valore

Considerato come l’impianto sportivo migliore del panorama calcistico italiano, lo Juventus Stadium (per ragioni commerciali conosciuto anche come Allianz Stadium), offre numerose attrattive per i tifosi di ogni età.

Un vero e proprio gioiellino, descrivendolo dal punto di vista architettonico e analizzando le sue potenzialità in campo economico, ma anche una fortezza inespugnabile dalle altre squadre che affrontano il club bianconero nelle competizioni a livello nazionale e internazionale. L’80% delle partite giocate in casa sono state vinte dalla Juventus, mentre solo 8 sono state le sconfitte. Ecco perché si parla di una vera e propria fortezza. Grandi risultati ottenuti anche grazie al prezioso e costante supporto dei tifosi.

A tal proposito è necessario aprire una piccola parentesi in merito alla forza della squadra dopo l’inaugurazione dello Juventus Stadium. Grazie alle entrate garantite dalla struttura, che sembrano non conoscere crisi e destinate a non arrestarsi, il Club (al momento il più forte in Italia) ha visto crescere in modo esponenziale il suo fatturato. Tutto questo, unito ai grandi successi degli ultimi anni, ha reso possibile il rafforzamento della squadra, portandola ai primi posti anche in Europa.

il tifo allo Juventus Stadium

Definire lo Juventus Stadium come “inespugnabile fortezza” non è esagerato: i tifosi sono un tutt’uno con la squadra (foto Paolo Baviera CC BY-NC 2.0)

Visitare lo Juventus Stadium

Il calcio, da diversi anni, non è considerato solo come uno sport, ma anche come uno strumento potentissimo di intrattenimento.

Accanto alle partite, indipendentemente dalla competizione di rifermento, ci sono numerosi eventi, spettacoli e tanto altro, legato al mondo delle dirette tv e del merchandising. Insomma, è sotto gli occhi di tutti che il calcio ha subito un impressionante processo evolutivo.

Il mondo del pallone cambia e anche gli stadi devono stare al passo con i tempi. Da semplici impianti sportivi si sono trasformati in veri e propri parchi a tema, all’interno dei quali poter assistere a diverse attrazioni e perdersi tra le tante sale dedicate alla squadra locale.

Tutto questo è ormai la normalità in molti Paesi europei (in primis l’Inghilterra), che già da anni hanno stravolto il concetto di stadio. In questo panorama di grandi cambiamenti, anzi di rivoluzioni economico-sportive, lo Juventus Stadium si fa notare a testa alta. È il primo stadio di nuova generazione costruito in Italia, importantissimo per la città di Torino, ma anche per tutto il Bel Paese.

Pronti per visitare lo Juventus Stadium?

Il grande progetto Juventus Stadium/Allianz Stadium

Son bastati due anni per dar vita ad una struttura immensa, sia dal punto di vista delle dimensioni, che del suo valore generale. L’idea di costruire uno stadio di proprietà del club bianconero nasce a metà degli anni ’90, ma solo nel 2009 i lavori vengono avviati.

La squadra sentiva la necessità di allontanarsi dal vecchio Stadio delle Alpi, diviso con la società granata, perché non riusciva a sentire il calore dei tifosi e perché desiderava regalare agli stessi una struttura migliore, soprattutto per quanto riguarda la visibilità durante le partite. Insomma, l’esigenza di uno stadio più confortevole e moderno era forte, così come l’idea di creare la fortezza inespugnabile prima citata.

L’idea Juventus Stadium comincia a prendere forma, in modo sempre più delineato, nelle menti dei dirigenti bianconeri, pronti a donare nuova linfa vitale alla società. Il progetto è stato interamente affidato all’architetto Gino Zavanella, che aveva il compito di disegnare una struttura perfetta e confortevole per circa 41.500 tifosi.

Non solo: il progetto comprendeva anche la costruzione di una vasta area commerciale, di grandi ambienti destinati ad ospitare il Museo della Juventus e altri spazi da destinare al J Medical e allo Juventus Training Center. Una struttura imponente, una bellissima cittadella dove dominano il bianco e il nero.

I settori dello Juventus Stadium

Per visitare al meglio lo Juventus Stadium è bene conoscere i diversi settori che in esso si trovano:

  • Area 12: centro commerciale esterno (aperto tutti i giorni, dalle 7,00 alle 21,00) per allietare la visita di tifosi e visitatori di ogni tipo. Banche, ristoranti, farmacie, bar dislocati in più punti, negozi di ogni genere (alimentari, gioiellerie, abbigliamento, merchandising ufficiale e tanti altri). Perché si chiama “Area 12”? La società ha voluto così omaggiare il 12° uomo in campo, cioè il tifoso, coccolandolo con l’offerta di tantissimi servizi.
  • Tribune: Nord, Sud, Ovest e Est, divise in diverse sezioni e tutte con vista mozzafiato sul campo da gioco. È la tribuna Ovest quella più importante, riservata ai membri dello Juventus Premier Club.
  • J-Museum: racchiudere tutta la storia di questo grande club italiano tra quattro mura è stato difficile, ma gli addetti ai lavori sono riusciti anche in questa strepitosa impresa. Emozioni a non finire!

Cosa fare e cosa vedere allo Juventus Stadium: un affascinante tour e un museo da visitare a tutti i costi

Prendere parte al tour, che permette di visitare le più importanti zone dell’Allianz Stadium, compresi gli spogliatoi e il verde campo da gioco, è il miglior modo per conoscere questa struttura di immenso valore. Accompagnati da esperte guide è possibile passeggiare lungo i pavimenti calpestati dai campioni bianconeri con i loro tacchetti, passare nei luoghi della storia del club torinese, per poi giungere al cospetto del grande manto verde.

Sulle tribune si respira un’aria frizzante, ma a bordo campo tutto diventa diverso: l’aria diventa quasi più pesante, il respiro affannoso, gli occhi cominciano a lacrimare. Non sono sintomi di malessere, ma di gioia, che solo i veri tifosi e gli appassionati di calcio possono capire e condividere insieme.

Resta il J-Museum il fiore all’occhiello della visita guidata dello Juventus Stadium. Un luogo dove molto sentito è il culto sportivo e nel quale sono racchiusi più di 120 anni di storia.

La squadra bianconera è stata fondata nell’autunno del 1897 su iniziativa di alcuni studenti del liceo classico Massimo D’Azeglio (il nome della squadra deriva dal latino iuventus-gioventù). Una lunga storia che ha visto la squadra trionfare per 34 volte nel massimo campionato di calcio italiano, 13 volte in Coppa Italia, 2 volte nella competizione europea più importante in assoluto (la Champions League) e 2 volte nel torneo di Coppa Internazionale. Proprio nel museo ufficiale della società bianconera sono gelosamente custoditi tutti questi preziosi ricordi, che sempre spingono la squadra e società a migliorarsi per ampliare il quadro generale dei successi.

Più di 15.000 visitatori si recano qui, ogni mese, per ammirare foto, trofei e altri storici cimeli che descrivono l’evoluzione di questa fortissima squadra italiana. A tutto questo si aggiungono filmati 3D e altre attrattive tecnologiche, che rendono la visita ancor più piacevole.

Orari e prezzi dei biglietti si trovano nella sezione specifica del sito ufficiale.

visitare lo juventus stadium-J Museum

La storia del club bianconero è custodita gelosamente nel J Museum (foto forzaq8 CC BY 2.0)

Come raggiungere lo Juventus Stadium, dove parcheggiare e dove alloggiare

Per visitare lo Juventus Stadium in tutta tranquillità e non avere spiacevoli sorprese, ecco alcune utili informazioni per arrivare in Corso Gaetano Scirea, 50:

  • in auto: per chi arriva percorrendo l’autostrada A4/E64 (da Milano) deve prendere la A55/E64 all’uscita di Piacenza/A26/Genova/E717/A6/Savona, entrare nella A55 e procedere fino all’uscita Veneria/Torino. Per chi percorre l’A1 (da Roma o Napoli) si consiglia l’uscita Druento/Torino e procedere dal centro città in direzione Corso Alessandria, Via Casagrande, fino a Corso Garibaldi. Le indicazioni per l’Allianz Stadium saranno ben visibili. Giunti nei pressi dello stadio si troveranno ampi parcheggi.
  • In aereo: dall’aeroporto Torino-Caselle, utilizzando i mezzi del servizio urbano (linea metropolitana M1 direzione Fermi; scendere alla fermata Bernini e salire sugli autobus urbani 62,72,75 o VE1) o usufruendo del servizio taxi, in circa 30 minuti si giunge allo stadio.
  • In treno: dalla stazione di Porta Nuova e Porta Susa sarà necessario prendere la metropolitana in direzione Fermi e scendere alla fermata Bernini. Gli autobus del servizio urbano, che fermano nei pressi dello Juventus Stadium, sono sempre gli stessi, cioè le linee 62,72,75 e VE1.

Nelle immediate vicinanze dello Juventus Stadium si trovano due hotel, spesso utilizzati dai tifosi che giungono a Torino da lontano per tifare la propria squadra del cuore.

Se il vostro intento è quello di visitare l’enigmatica Torino e fermarvi qualche giorno in più, consigliamo di scegliere una delle strutture più vicino al centro storico. In questo modo, sarà più agevole visitare la città e lo stadio sarà sempre facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici in poco tempo.

Per maggiori informazioni sullo stadio visitate il sito ufficiale della società bianconera.

Dettagli Mariano Cheli

..."sentirsi liberi attraverso le parole"... Studente in giurisprudenza amante della scrittura. Adoro giocare con le parole e amo informarmi e scrivere in merito a svariati argomenti. Inoltre, amo il mio Paese e giorno dopo giorno cerco di conoscerlo sempre più a fondo e, attraverso la scrittura e il web, presentarlo a quante più persone possibili, sotto molteplici sfaccettature.