La Natività di Caravaggio: mistero che continua

In Italia ci sono migliaia di opere artistiche che ritraggono la scena della Nascita del Cristo.

Molte di queste opere sono visibili e visitabili dal grande pubblico, altre sono nascoste, altre ancora avvolte nel mistero, come la Natività del Caravaggio. Questa tela è stata rubata dall’Oratorio di San Lorenzo a Palermo nella notte tra il 17 e 18 ottobre del ’69.

Nonostante gli appelli della autorità l’opera non è stata ancora ritrovata, nè restituita.

Il Caravaggio dipinse la tela a Palermo durante un soggiorno nella città della Sicilia mentre era in fuga dall’isola di Malta e ricercato dalla polizia.

La Natività è concepita immersa nell’ombra e dentro forme e colori castigati; la scena è rischiarata da luce spiovente dall’alto.

Un silenzio profondo pervade gli astanti che osservano il neonato posto sulla paglia.

La madre, seduta a terra, è una ragazza siciliana, olivastra nel volto, vestita con una bianca camicia scollata e con il corpetto rosso bruno.

Guarda con intensità la sua creatura, avendo accanto il padre putativo Giuseppe, il quale con movimento scattante del corpo rivela una forte virilità; infatti, Giuseppe in calzamaglia biancastra non è un uomo anziano, ha i capelli lucenti ed indossa una giubba verdastra.

Luminoso è l’angelo che irrompe nella scena, mentre il diacono Lorenzo, Francesco d’Assisi e un vecchio viandante contemplano il Bambino.

Caravaggio nella composizione, calma, ritrae, con incanto mistico, il Verbo e la sua nudità, Maria puerpera dentro una stalla, dove si radunano i poveri che vedono nella notte la luce divina.

Realismo spirituale che rimanda alla Controriforma e a San Carlo e all’arcivescovo Federico Borromeo, che avevano fatto appello ad una vita di povertà per la Chiesa; qui l’annuncio evangelico è la poesia delle beatitudini.

Quest’opera, il cui valore di mercato si aggirerebbe oggi intorno ai 30 milioni di euro, è inserita nella lista dei 10 capolavori più ricercati dalle polizie di tutto il mondo.

Nativita con i santi Francesco e Lorenzo

Nativita con i santi Francesco e Lorenzo di Caravaggio