Clusone, cittadina d’arte bergamasca

La cittadina di Clusone, in provincia di Bergamo, raccoglie opere d’arte di particolare rilevanza. Pur essendo una cittadina piccola e relativamente lontana dai grandi centri artistici del Nord, Clusone è frequentata annualmente da decine di migliaia di turisti che vi si recano per ammirare alcune bellezze che qui elenchiamo.

Clusone dista 84 chilometri da Milano e 34 da Bergamo. Probabilmente di origine romana, custodisce luoghi mirabili che testimoniano l’importanza assunta nel Medioevo e in età moderna: il Palazzo Comunale (XII secolo) con la Torre e l’orologio planetario di Pietro Fanzago (1583); la basilica di Santa Maria Assunta (1688-98): le chiese del Paradiso, di Sant’Anna, di San Defendente; i palazzi Marinoni Barca, Bonicelli-Della Vite e Carrara Spinelli.

Il monumento più insigne è l’Oratorio dei Disciplini con le Storie di Gesù, all’ interno, e sulla facciata gli Affreschi della Morte. Da segnalare l’attività del circolo culturale «Baradello» (via D. Giudici 2: 0346.23742), che dal 1995 promuove la salvaguardia e la conoscenza dell’Oratorio dei Disciplini e dei suoi affreschi, anche grazie a convegni, mostre e pubblicazioni di respiro europeo sui temi della morte e delle sue rappresentazioni, dai trionfi della morte alle danze macabre.
Clusone merita per tutto questo e per tanto altro una visita attenta da parte del turista in qualsiasi periodo dell’anno.