Marsala, la natività nell’area archeologica

marsala.jpg

Sull’area area archeologica di San Gerolamo a Marsala si allestisce un presepe.

Il presepe si ispira ai valori di convivenza tra popoli e religioni sottolinea l’assessore Mimma Miceli. L’area di San Gerolamo, con le civiltà che in essa hanno lasciato traccia, per Natale diventerà il luogo simbolod i questa comunione tra le diverse etnie Saranno 25 le statue che saranno sistemate negli antichi reperti dell’area archeologica, così il visitatore, oltre che ammirare i pavimenti portati alla luce dalla compagnia di scavi, avrà la possibilità di vedere l’originale Natività. Un presepe etnico non a caso benedetto dal vesco vo di Ma zara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero, che rappresenta un esempio di accoglienza dello straniero “verso il quale oggi – continua l’assessore Miceli –l’aspetto assistenzialistico deve cedere il passo a quello della crescita culturale”. Il complesso edilizio ellenistico-romano di Marsala presenta resti di pavimentazione e strutture murarie con la tipica tecnica “a telaio” di tradizone fenicio-punica. La fase mediaevale e successiva è invece ben documentata da due pozzi e da reperti in ceramica, quest’ultimi conservati nel Baglio Anselmi di Marsala.

1677-09-39-41-2836.jpg

Dettagli vince ferrara