L’artigianato di Cremona e della sua provincia



La città di Cremona è un piccolo gioiello d’arte. Le sue vie e i suoi lunghi corsi sono ricchi di testimonianze del passato artistico e culturale di questa zona d’Italia. Si resta affascinati e meravigliati di tanta bellezza osservando soprattutto gli antichi palazzi del centro storico. Ma la città di Cremona è famosa nel mondo per la musica, o meglio per gli strumenti musicali che in essa si producevano e che venivano esportati in tutti i continenti.

Questa città vanta un passato glorioso soprattutto nel campo della liuteria e ancora oggi numerosi artigiani continuano l’opera iniziata dagli Amati, dai Guarneri e dallo Stradivari, il più grande liutaio mai esistito. Si producono principalmente strumenti ad arco ed a pizzico, molto richiesti in Italia ed all’estero.

A Cremona sono sviluppati anche altri tipi di artigianato, specialmente quelli che riguardano la lavorazione del peltro e delle ceramiche e porcellane artistiche.
Il rame sbalzato è una caratteristica produzione di Annicco, mentre il legno ed il ferro vengono utilizzati a Chieve.
A Castelleone gli artigiani sono specializzati nella lavorazione artigiana dei pellami.

Un po’ in tutta la provincia sono ndisseminate piccole botteghe artigiane e non raro imbattersi in qualche scena che sa di passato: l’artigiano che lavoro sull’uscio della sua bottega. Qui sembra che la tecnologia sia ancora molto lontana. Lo testimoniano i tanti manufatti e le tante realizzazioni artistiche rigorosamente fatte con l’unico strumento più antico e originale: la mano dell’uomo.