La Mostra del Cinema di Venezia

La Mostra del Cinema di Venezia


dx3.jpgLa “Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia” è un Festival che si svolge ogni anno (di solito, tra la fine del mese di agosto e l’inizio del mese di settembre) nello storico Palazzo del Cinema, sul Lungomare Marconi, al Lido di Venezia.

La mostra si inserisce nel più vasto programma della “Biennale di Venezia”, il Festival culturale che include varie esposizioni dedicate, oltre al cinema, anche alla musica, al teatro, alla danza, all’architettura e all’arte contemporanea.

Il premio più ambito, che viene assegnato insieme ad altri riconoscimenti, è il Leone d’Oro, che rappresenta anche il simbolo della città di Venezia, e cioè il leone della Basilica di San Marco.

Il premio, è un riconoscimento molto importante per il mondo del cinema, ed è uno dei tre premi più importanti a livello europeo, insieme alla Palma d’Oro del Festival di Cannes e all’Orso d’Oro del Festival di Berlino.

arton1426-250x191.jpgFu nel 1932 che si svolse, sulla terrazza dell’Hotel Excelsior, la prima Mostra del Cinema di Venezia. Era il 6 Agosto. Il Presidente della Biennale era il Conte Giuseppe Volpi di Misurata, il Segretario Generale, lo scultore Antonio Maraini, e il Segretario Generale dell’Istituto internazionale per il cinema educativo, Luciano De Feo.

Il primo film proiettato al festival fu “Doctor Jekyll and Mr Hyde” di Rouben Mamoulian. L’Italia era rappresentata dal film “Gli uomini che mascalzoni” di Mario Camerini. Vennero proiettati anche altri importanti film, che divennero poi dei veri e propri classici per la storia del cinema, come “Forbidden” di Frank Capra, “Il Campione” di King Vidor, “Frankenstein” di James Whale, “Grand Hotel” di Edmund Goulding.

In quel periodo inoltre, non venivano ancora assegnati premi ufficiali, ma solo dei diplomi di partecipazione. Fu comunque indetto un referendum tra il pubblico e vennero eletti, come miglior regista il sovietico Nikolaj Ekk per “Putjovka v zizn” (Il cammino verso la vita), e come film più divertente “A nous la liberté” di René Clair.

In quella prima edizione, che registrò subito un grande successo di pubblico, apparvero sul grande schermo alcuni degli attori di maggior spessore del periodo, come Greta Garbo, Clark Gable, Norma Shearer, John Barrymore, James Cagney, Boris Karloff e l’italiano Vittorio De Sica.

Dalla seconda edizione, che si svolse dal 1 al 20 agosto del 1934, la rassegna diventò competitiva. Le nazioni partecipanti furono già 19, e i giornalisti accreditati più di 300. Venne istituita la “Coppa Mussolini” per premiare il miglior film straniero e il miglior film italiano. Nel 1947 e 1948 il riconoscimento ebbe il nome di Gran Premio Internazionale di Venezia, poi tra il 1949 ed il 1953, Leone di San Marco. Dal 1954 infine, il premio principale si chiamerà Leone d’Oro.

Dal 1935 poi, la Mostra divenne annuale, un chiaro segno del successo mondiale della manifestazione, aumentò anche il numero di film e dei paesi partecipanti, e nel 1936, venne nominata per la prima volta la Giuria internazionale.

Nel corso degli anni saranno tantissimi i nomi, tra i più importanti e prestigiosi del cinema internazionale, che parteciperanno alla Mostra del Cinema di Venezia, attirando sempre migliaia di spettatori provenienti da tutto il mondo, e contribuendo a far acquistare alla rassegna una sempre una maggiore rilevanza.
logo_venezia_59.jpgLa Mostra del Cinema di Venezia infatti, fu importante per far conoscere in Occidente il cinema giapponese, grazie soprattutto al Leone d’Oro che venne assegnato nel 1951 a “Rashômon” di Akira Kurosawa, e successivamente, nel 1958, a “Muhomatsu No Isshô” (L’uomo del risciò) di Iroshi Inagaki. E la stessa cosa avvenne per il cinema indiano, con l’assegnazione del Leone d’Oro nel 1957 a Satyajit Ray per il film “Aparajito” (L’invitto), e per il cinema dell’Est europeo, premiato già nel 1947 con il Gran premio della Giuria internazionale per il film cecoslovacco “Siréna” di Karel Stekly, e con l’affermazione di nuovi importanti autori, tra i quali si distinsero Andrzej Wajda e Andrzej Munk.

Negli ultimi anni dunque, la Mostra del Cinema di Venezia si è confermata sempre di più a livello internazionale divenendo un appuntamento imprescindibile per chiunque si occupi, direttamente o indirettamente, di cinema. Il successo di pubblico aumenta ogni anno, i trecento giornalisti accreditati nell’edizione del 1932 sono divenuti oltre 2.500, e la rassegna è ormai un appuntamento irrinunciabile per i più grandi attori, registi e produttori di tutto il mondo.

Maggiori informazioni su http://www.labiennale.org/it/cinema



Dettagli Luca C.

Mi piace viaggiare e mi piace scrivere, ma anche scoprire posti nuovi... e mi piace poter condividere quello che ho visto, quello che ho notato, quello che magari qualcun altro potrà apprezzare. L'Italia è uno scrigno che racchiude al suo interno un valore inestimabile e smisurato, tutto da scoprire!