Salento: record di presenze a Lecce e sulla costa

E’ tempo di primi bilanci per la stagione estiva 2011. Decisamente positivi per il Salento. A primeggiare sono state le città della costa: Gallipoli e Otranto.

La prima ha registrato il tutto esaurito anche nei periodi immediatamente precedenti la settimana di Ferragosto. Mentre Otranto si è mantenuta nella media, sempre ad altissimi livelli,  degli ultimi anni. Ma a registrare un picco di presenze è stato anche il capoluogo. La città di Lecce infatti solitamente in estate si svuota, o quasi.

Quest’anno invece ha segnato una presenza maggiore di turisti e residenti rispetto agli ultimi lustri. Questo successo è dovuto non solo alle numerose bellezze architettoniche di impronta barocca, ma anche al continuo e costante ammodernamento degli stili di vita. Il centro di Lecce oggi è vivo, pieno di opportunità di svago e ristoro, soprattutto per i giovani.

Ma Lecce non è solo il capoluogo del Salento ma anche una delle capitali mondiali del barocco. La Basilica di Santa Croce vale da sola un viaggio, ma tutta la città è il tripudio del barocco e della pietra leccese, dalle magnifiche facciate delle chiese, dei conventi e dei palazzi pubblici e privati, fino al più semplice dei suoi balconi e dei suoi portali.

Il centro storico si scopre a piedi, percorrendo via Giuseppe Libertini, sulla quale si affacciano edifici sacri e civili di notevole interesse quali la Basilica del Rosario, l’ex Convento di San Domenico, la Chiesa di Sant’Anna, quella di Santa Teresa, il Palazzo Apostolico Orsini e l’Ospedale dello Spirito Santo.

Da non perdere il magnifico teatro barocco di piazza Duomo, con la chiesa costruita nel 1144, il Palazzo Vescovile e il seminario. Poco più in là inizia piazza Sant’Oronzo, con la colonna dedicata al protettore della città; l’ex chiesetta in stile veneziano; il curioso Sedile, l’ex sede comunale con ampie vetrate perché “tutto doveva essere trasparente” e i resti del grandioso anfiteatro romano, che poteva accogliere ben ventimila spettatori.

E poi  l’imponente castello Carlo V, costruito dal 1S39, che rappresenta il limite esterno della città rinascimentale. Lecce è anche moda, con le sue vetrine e i negozi di gioielli e bigiotteria, che spesso hanno fatto sognare anche i Vip che hanno qui soggiornato. Insomma a Lecce non manca nulla per spiccare il volo e diventare davvero una delle città turistiche più importanti del nostro Paese.