Notte Rosa a Vasto Marina



Vasto Marina è sicuramente uno dei centri turistici abruzzesi più apprezzati dai vacanzieri. Il suo lungomare con la splendida e finissima spiaggia è l’attrattiva principale. Ma in questo periodo gli eventi non mancano. Il più atteso è quello in programma l’8 agosto: la Notte rosa. Un evento studiato sulla falsariga delle notti bianche. Ci sono alcune caratteristiche però che differenziano l’evento “in rosa” dalle notti bianche: non è una singola città a festeggiare, bensì un intero territorio, oltre al divertimento, come tema i portante si ha il colore rosa.

La formula, sarà quella consolidata: un mix di artisti di strada, concerti, recital, giochi e spettacoli, in più angoli e spalmati dalla sera all’alba a beneficio di quanti desidereranno partecipare. Evento nell’evento: la realizzazione di una statua di ghiaccio che riproduce il Monumento alla Bagnante che verrà realizzata sulla rotonda di viale Dalmazia da artisti sculturi del ghiaccio.

La notte rosa è nata a Rimini e si estesa sul litorale romagnolo negli ultimi anni, ma la tendenza sembra essere quella di diffondersi per tutti i litorali italiani, Vasto ne è un esempio.

Tra le tante cose che si possono fare a Vasto ci sono splendidi percorsi naturalistici nelle riserve naturali della zona. In particolare uno di questi è dedicato agli amanti delle mountain-bike. In realtà si tratta di due percorsi: uno più breve (andata e ritorno sullo stesso tracciato), uno più lungo ad anello.

Quello breve segue lo stesso tracciato del Sentiero Natura Ginestra. È su sterrata abbastanza agevole salvo un piccolo dislivello dietro Punta Aderci (per prudenza è consigliabile procedere a piedi). È un sentiero semplice per chiunque abbia un minimo di esperienza in mountain-bike.

Il Sentiero ad anello è un lungo percorso che attraversa quasi tutta la Riserva. Il primo tratto, fino alla deviazione per la spiaggia di Mottagrossa, coincide con il percorso breve. Da qui si devia a sinistra per una sterrata che termina sulla strada asfaltata, si svolta a destra fino a superare la Casa Circondariale.

Poco oltre si devia a sinistra e dopo qualche centinaio di metri, a destra, una ripida strada in discesa (attenzione!) conduce, costeggiando dei vigneti, alla sterrata lungo la destra orografica del fiume Sinello. In prossimità della foce, si sale verso l’ex tracciato ferroviario per il ritorno.

Il Sentiero ad anello è adatto a bikers esperti. Nel punto di inizio/fine dei due percorsi si possono noleggiare le mountain-bike. La lunghezza complessiva del percorso ad anello è di circa Km 16, mentre il percorso breve di circa Km 10. Ma ancora tante sono le opportunità e le offerte turistiche  che Vasto può offrire, ne parleremo ancora.