“Atri a tavola”, il gusto dell’Abruzzo non solo in cucina



L’Abruzzo è una regione che spesso rimane fuori dai tour turistici, eppure ha dei posti meravigliosi e tutti da scoprire. Sia nell’entroterra, che sulla costa, si possono trtovare località davvero belle e affascinanti. In particolare sulla costa, tra Tortoreto e Pescara, sono innumerevoli gli stabilimenti balneari attrezzatissimi e confortevoli, per non parlare della sabbia finissima e delle spiagge ampie e lumghissime, che nulla hanno d ainvidiare a quelle più blasonate della riviera romagnola, tanto per far un esempio. In questo periodo anche in queste zone si svolgono sagre e feste interessanti.

Come la rassegna enogastronomica di “Atri a tavola” che mette in vetrina le specialità regionali abruzzesi. Ovviamente il tutto condito con musica e spettacolo, che allieteranno le serate della festa.
Ritorna quindi anche nel 2011 Atri a tavola, nonostante la crisi e la scarsità di risorse economiche che avevano messo in allarme i commercianti della cittadina ducale. Il centro storico di Atri tornerà ad animarsi durante questa importante manifestazione enogastronomica il 12 e 13 luglio e l’evento si ripeterà anche nel mese di agosto, sempre nei giorni 12 e 13, con apertura degli stand dalle 19 fino alle 24.

Atri a Tavola si confermerà per gli atriani e i turisti un viaggio tra arte, monumenti, chiese, musei, artigianato e le specialità culinarie locali come salumi, formaggi, vino, tartufi, zafferano, olio, pasta, liquori, dolci, miele, confetti e la rinomata liquirizia.
Un’occasione “ghiotta” dunque per conoscere non solo posti nuovi, ma anche per assaggiare prodotti locali e particolari.