Visitare San Gimignano

Visitare San Gimignano


San Gimignano, cittadina in Provincia di Siena in Toscana, è una delle più affascinanti mete turistiche della regione.

È chiamata anche la città delle belle torri appunto perché, già da lontano, si ammira la sua bella schiera di torri che potrebbero anche sembrare ciminiere o cipressi o pozzi di petrolio. Via via che ci avviciniamo, però, lo sguardo è attratto con sempre maggiore insistenza da quella strana visione. Ci si chiede di cosa veramente si tratta, possibili che siano tante torri vicine?

Eppure si, sono proprio torri, tantissime torri. Vi trovate di fronte a uno scenario mozzafiato, eccezionale, unico al mondo.

Ma adesso entriamo in città perché le emozioni non sono certamente finite qui. Passiamo per una delle porte che si aprono nella cerchia delle mura e saliamo ancora per strade silenziose con a fianco vari edifici. Gli edifici aumentano all’improvviso quando usciamo nelle tre piazze che si aprono al culmine della città.

In pieno Medioevo si innalzavano, a San Gimignano, bel 72 torri. Il che significa che quelle rimaste, solo 15, sono solo pochi alberi rispetto alla foresta che c’era prima.

Ci troviamo qui nella Piazza della Cisterna che prende il nome dal duecentesco pozzo-cisterna che la orna al centro. Qui, tra le altre, svettano le Torri gemelle degli Ardinghelli.

Ecco poi nella centrale Piazza del Duomo la Torre del Palazzo antico del Podestà, detta la Rognosa.

E ci sono poi le torri del Palazzo dei Cortesi, la Torre Chigi e la Torre Grossa del Palazzo nuovo del Podestà. Ma a San Gimignano non ci sono solo le torri. Nella piazze ci sono maestosi edifici come il Duomo, chiamato Collegiata, costruito nel XII secolo. Ci sono affreschi di Taddeo di Bartolo, di Benozzo Gozzoli, di Barna da Siena, di Bartolo di Fredi e la Cappella di Santa Fina. Altre pregevoli opere le troviamo nel Palazzo del Popolo.

Qui c’è la Sala del Consiglio, dove il poeta Dante vi tenne il discorso l’8 maggio 1300 per incitare la città ad entrare a far parte della lega guelfa toscana. in questa sala troviamo il magnifico affresco della Maestà di Lippo Memmi.

Sopra c’è la Sala della Pinacoteca Civica e in cima la Torre Grossa. Ecco ora Via San Matteo con la Casa-torre Pesciolini e il Palazzo Tinacci. Essa termina alla Porta San Matteo dopo la quale c’è la Chiesa di Sant’Agostino.

Essa è ornata da un finissimo altare di Benedetto da Maiano e da affreschi di Benozzo Gozzoli. Ecco, dalla parte opposta, la Via San Giovanni con il Palazzo Pratellesi, l’Arco e la Torre dei Becci e la Torre Cugnanesi. Poi ci sono Via Folgore da San Gimignano e Via delle Fonti.

Scopri l'agriturismo TorrePrima Holidays