Giro turistico di Pescara



Pescara, capoluogo di provincia dell’Abruzzo, si estende sulle rive adriatiche attorno alla foce del fiume Pescara. Ma iniziamo il nostro giro turistico di questa splendida città. Siamo nella movimentata Piazza della Stazione dove arrivano e partono i pullman che collegano giornalmente Pescara con i centri turistici della regione e con Roma, Bologna e Napoli. Si incontrano qui le due principali arterie della città: Corso Vittorio Emanuele e Corso Umberto.

Seguiamo il Corso Umberto con i suoi eleganti negozi ed i suoi numerosi bar. È il luogo di passaggio e di ritrovo di tutti i Pescaresi. Più avanti il Corso si apre nella moderna Piazza della Rinascita, chiamata anche Piazza Salotto, perché il suo terreno apparteneva alla famiglia Salotto. Essa comunica con il Piazzale-Giardino Primo Maggio che si affaccia sull’Adriatico, congiungendo le due fantastiche passeggiate lungo mare del Viale della Riviera e del Lungomare Matteotti.

Il Viale della Riviera dopo un susseguirsi di ville ed alberghi, è fiancheggiato da folte pinete, affollate in estate dai campeggiatori. Invece il Lungomare Matteotti ci guida fino al Porto-Canale, dove il Fiume Pescara sbocca nell’Adriatico. Seguendo il Porto-Canale per circa un km giungiamo al grande porto che unisce le due parti della città. Subito a destra del ponte si aprono, l’una accanto all’altra, due grandi piazze: la Piazza Duca d’Aosta e la Piazza Italia.

In Piazza Duca d’Aosta termina il rettilineo del Corso Vittorio Emanuele; mentre in Piazza Italia ci sono maestosi edifici. Vi troviamo monumenti come il Palazzo di Città ed il Palazzo della Prefettura con statue e il quadro “La Figlia di Jorio”. Al di là del ponte ci accoglie la Piazza Unione, dove inizia il lungo e moderno Vialone Guglielmo Marconi. Subito a destra si estende, con caratteristiche viuzze, il nucleo della vecchia Pescara che ha per centro la Piazza Garibaldi.

Vicino alla Piazza Garibaldi, animata dal mercato, troviamo la Via Manthonè dove sostiamo nella Casa Natale di Gabriele d’Annunzio che custodisce molti ricordi del poeta e si apre in un cortiletto con un piccolo pozzo. A Gabriele d’Annunzio è dedicato il viale che inizia da Piazza Garibaldi con il grandioso Tempio della Conciliazione eretto nel 1938. Nell’ampio interno di questa Chiesa si trova la Cappella sepolcrale di Luisa d’Annunzio, madre di Gabriele.

Proseguendo per il Viale d’Annunzio e poi per il Viale Pindaro raggiungiamo, alla periferia della città, la Pineta Dannunziana. È un’oasi di pace, un bosco con casette sentieri paesaggi meravigliosi e aria buona. Attraversiamo la pineta e usciamo verso il mare, così ci accoglie la Città-Giardino Pineta che si espande attorno ad una bellissima spiaggia fino al confine con la provincia di Chieti.