Ciclo di incontri sull’arte a Bolzano



Si parla tanto di arte in Italia e a volte anche troppo, ma la sua tutela attuale non è altrettanto considerata. Per questo è stato promosso un ciclo di incontri dal Dipartimento all’edilizia abitativa, cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana della Provincia di Bolzano, che si svolgono al Centro Culturale Trevi, a partire da martedì 21 giugno 2011, per riprendere nei mesi di ottobre (mercoledì 5 e 26) e novembre (mercoledì 16 e 30) e concludersi nel giugno 2012.
L’obiettivo principale del ciclo è quello di affrontare tematiche di stretta attualità nel sistema dell’arte e di approfondirne elementi significativi ed esperienze, al fine di sviluppare confronti e idee utili. Gli appuntamenti mirano a promuovere una riflessione sui funzionamenti e i meccanismi attuali del sistema culturale per fare dell’arte una passione alla portata di tutti e un motore di sviluppo economico e di coesione sociale. Per questo gli incontri, gratuiti, sono rivolti a tutti: giovani, lavoratori, casalinghe, studiosi, storici dell’arte, critici e curatori, artisti, appassionati di tecnologie, umanisti, scienziati, studenti, adulti e pensionati.
Ciascuno dei sei appuntamenti tratterà un tema specifico affrontato da personalità afferenti a diversi ambiti del sistema dell’arte (storico e artistico, economico e culturale, istituzionale e privato, sociologico e tecnologico…). Per ogni appuntamento è prevista inoltre la testimonianza di un relatore legato al territorio altoatesino.
Il primo appuntamento è fissato per martedì 21 giugno 2011 e si parlerà di:
“Mecenatismo e collezionismo: una pratica intima o una missione pubblica? Storie di papi, re e cavalieri, o storie di uomini appassionati? Utopia, ricerca di talenti o strategia?” dalle ore 20,45.
Intervengono:
Antonio Dalle Nogare, collezionista, Bolzano
Andrea Fustinoni, collezionista, Santa Margherita Ligure
Maurizio Morra Greco, collezionista e ideatore della Fondazione Morra Greco, Napoli
Adriana Polveroni, giornalista e critica d’arte, Roma
Giovanni Valagussa, conservatore dell’Accademia Carrara di Bergamo, prestatrice della Collezione di Federico Zeri ora allestita al Museo Diocesano di Bressanone nella mostra: “Il capolavoro non esiste”
Modera: Paola Tognon