Visitare Enna, nel cuore della Sicilia

Visitare Enna, nel cuore della Sicilia

Enna, città  della Sicilia, è detta anche “Belvedere della Sicilia” per la sua splendida posizione panoramica.

È situata a quasi mille metri sul livello del mare a dominio della Valle del Ditaino proprio nel cuore dell’isola.

Nella più remota antichità la città era una fortezza sicula.

Divenne, poi, una colonna greca nel VII secolo a.C. ed ebbe un lungo periodo di floridezza. Poi passò sotto il dominio di Siracusa, di Cartagine e di Roma.

Ribellatasi a quest’ultima durante la seconda Guerra Punica, subì stragi e distruzioni.

Fu poi ad Enna che iniziò e si concluse la Guerra Servile durata dal 135 al 132 a.C. più tardi i Bizantini fortificarono la città contro i Saraceni che però riuscirono a prenderla per tradimento e a saccheggiarla.

Seguirono le dominazioni dei Normanni e degli Svevi. Durante il periodo del Risorgimento fa la prima città della Sicilia a insorgere contro i Borboni.

Liberata nel 1860 da Garibaldi, si unì al Regno d’Italia.

Nel 1926 fu elevata a capoluogo di provincia.

È una zona agricola e ricca di giacimenti di zolfo. Per il suo clima salubre, Enna è anche un piacevole centro di villeggiatura estiva.

Ora però passiamo al giro turistico della città.

Arriviamo da Catania e sbuchiamo in Via Pergusa, la quale si addentra fino al centro della città.

Qui troviamo la Piazza Vittorio Emanuele.

Dopo una breve sosta alla Chiesa di San Francesco, imbocchiamo a destra, la Via Roma, principale arteria di Enna.

Lungo il percorso incontriamo la Chiesa barocca di San Benedetto con a fianco il Campanile di San Giovanni e la Chiesa di Santa Chiara che si prospetta sulla Piazza con il monumento in bronzo a Napoleone Colaianni.

Poco oltre, in Piazza Mazzini, ci troviamo davanti alla bella mole del Duomo.

Il Duomo ha una facciata a portici sovrastata da un’alta torre campanaria.

Dalla costruzione originale del Trecento, rimangono solo tre eleganti absidi gotiche. L’interno è a tre navate e vi ammiriamo due statue dell’Annunciazione ai lati della porta centrale.

Interni della Cattedrale di Enna

Interni della Cattedrale di Enna – Foto di Andrew Malone – (CC BY 2.0)

Interni della Cattedrale di Enna

Interni della Cattedrale di Enna – Foto di Andrew Malone – (CC BY 2.0)

Dietro il Duomo troviamo un palazzo che ospita il Tesoro, collezioni di bronzo, ceramiche, monete, quadri ecc del Museo Alessi.

Ancora una breve salita per Via Roma e giungiamo al Castello di Lombardia.

È uno dei più maestosi della Sicilia, coronato, un tempo, da 20 torri di cui ne sono rimaste solo sei.

All’interno si aprono tre cortili e si trovano i resti dell’abitazione di Federico III d’Aragona.

Dal terrazzo della Torre Pisana si contempla uno spettacoloso panorama.

Saliamo ora sulla sommità di una collinetta dove giganteggia, al centro del Giardino Pubblico, la Torre di Federico II del XIII secolo.

È una possente costruzione ottagonale a due piani, con eleganti finestre gotiche.

Castello di Lombardia a ENNA

“Castello di Lombardia” a ENNA – Foto di ANSELM PALLÀS (CC BY-NC-ND 2.0)

 

 

Foto in evidenza di  Pierre Metivier – (CC BY-NC 2.0)