La rivoluzione dello sguardo

Il Mart di Rovereto e il Musée d’Orsay parigino propongono al pubblico l’esposizione nella quale sono visibili, riunite per la prima volta fuori dalla Francia, le opere più celebri di artisti impressionisti e post-impressionisti. A Rovereto nel Museo d’Arte moderna si possono dunque ammirare La camera di Van Cogh ad Arles, Le donne di Tahiti di Gauguin, L’altalena di Renoir, la scandalosa Origine del mondo di Courbet e altri 70 capolavori di un’epoca tra l’Ottocento e il Novecento. Si può così ammirare una “rivoluzione dello sguardo” che in quell’epoca riguarda naturalmente il modo di dipingere, ma anche la nascita di figure nuove che a questa arte fanno riferimento, dai critici ai mercanti. Una sezione della mostra è dedicata ai luoghi dell’impressionismo, città o campagne dove si sottolineano e si descrivono i cambiamenti della luce o delle stagioni. La mostra non è quindi nsolo un’esposizione fine a se stessa, dove si possono ammirare le opere di questi celebri artisti, ma è anche il luogo dove riflettere sulla straordinaria evoluzione dell’arte del Novecento, ricca di fantasia e di contraddizioni, dove modernismo e tradizione si amalgamano assieme e produconio risultati strabilianti.
Il titolo scelto è: “La rivoluzione dello sguardo”, 70 capolavori del Musée d’Orsay al Mart di Rovereto di Trento.
La mostra sarà aperta fino al 24 luglio 2011.